Alisson ancora raggiante “Col Barça notte storica”

“Abbiamo sempre creduto nell’impresa”. Non sono neanche trascorse 48 ore da quando la Roma ha eliminato il Barcellona, ma a Trigoria l’euforia è ancora tanta. La società, in attesa del sorteggio di domani, pubblica un video in cui Dzeko e Strootman s’intervistano a vicenda e l’olandese racconta che vorrebbe invitare a cena, tra gli altri, Maradona e Obama, Di Francesco si gode i bagni di folla e Alisson, uno dei pilastri della squadra, racconta: “Ho rivisto la partita fino all’alba – dice alla tv brasiliana Sport Tv – ed è stata una lezione di gioco, una partita perfetta, una serata storica per il club, e sono onorato di aver fatto parte di questo evento”.

‘); }

Alisson, 25 anni.

Alisson, 25 anni.

RADJA OK — Contro la Lazio lui ovviamente sarà titolare, così come Nainggolan, che sembra aver risolto i piccoli fastidi post Barça. La Roma ha bisogno di punti in campionato dopo il ko contro la Fiorentina: “Purtroppo abbiamo perso, ma l’obiettivo principale era il ritorno col Barcellona, sul quale poi ci siamo concentrati – ammette Alisson -. Al Camp Nou siamo stati penalizzati anche da due autogol e l’arbitro non ci ha favorito. Ma poi tutti noi credevamo tanto che sarebbe stato possibile fare l’impresa, e il destino questa volta ci ha premiato con due gol proprio di chi aveva fatto autogol all’andata”. VERSO LA LAZIO — In Europa, in casa, la difesa della Roma è stata perfetta con zero gol incassati, contro la Lazio invece giocheranno Manolas e Fazio con Florenzi e Kolarov, a centrocampo De Rossi, Strootman e Nainggolan, in attacco con Dzeko e Ünder potrebbe rivedersi Schick. A meno che Di Francesco non decida di sorprendere tutti, ancora una volta, continuando ad affidarsi alla difesa a tre. Domani, in questo senso, l’allenamento più importante.


 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata