Allegri: “Marotta? Mi spiace CR7 fuori, sì, così riposa…”

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus. Ansa

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus. Ansa

‘); }

Tutti ne parlano, anche se lui non c’è. Il debutto casalingo della Juventus in Champions League sarà anche il non Ronaldo day, visto che il portoghese sconterà la giornata di squalifica dopo l’espulsione per aver “spettinato” Murillo nel primo match di Valencia. “E’ un peccato che non ci sia – dice Gerardo Seoane, allenatore dello Young Boys – noi vogliamo affrontare sempre i migliori. Sarebbe stata una grande avventura ma la Juve è piena di varianti, se non gioca Ronaldo ne ha altri all’altezza”. Per esempio Paulo Dybala e Mario Mandzukic, che senza Cristiano inseguono il primo gol stagionale in Europa. Dopo l’addio di Beppe Marotta, Massimiliano Allegri in Champions riparte da qui e dalla bella prova di carattere del primo match, vinto in 10 contro 11.

NON VANIFICHIAMO TUTTO — L’imperativo però è non sottovalutare l’avversario: “C’è grande dispiacere per Marotta – dice il tecnico -, siamo in un momento di assestamento, ma per fortuna c’è una partita che va giocata con rispetto e determinazione, altrimenti vanifichiamo quello che abbiamo fatto di buono a Valencia. In Europa c’è più fisicità. Le partite vanno giocate e vinte. Lo Young Boys ha un allenatore che ha dato una bella organizzazione difensiva. Bisogna essere veloci, tecnici e andare a giocare tra le linee. Domani serve un passetto in avanti su noi stessi e anche verso la qualificazione. Gli ultimi 20 minuti col Napoli non sono piaciuti né a me né ai ragazzi. Ci vuole più precisione nei passaggi, bisogna giocare di squadra per andare a sei punti”.


DIFESA A TRE? — CR7, unico sempre presente finora in campionato, si ferma, Dybala e Mandzukic sono punti fermi in mezzo ai soliti dubbi: “Ronaldo è già mancato per un bel pezzo di partita a Valencia, comunque aveva bisogno di riposare. Sabato ha giocato la sua migliore partita da quando è con noi. Dybala e Mandzukic davanti giocano, Chiellini invece no, Cancelo può stare fuori mentre Barzagli ci sarà: è sempre un ottimo vecchietto”. Allegri potrebbe riproporre la difesa a tre e far rifiatare in mezzo anche Emre Can. Da capire anche la posizione di Bernardeschi, che potrebbe fare pure il trequartista: “A centrocampo posso giocare con due mediani o con tre. Khedira è convocato ma non partirà dall’inizio, potrebbe fare mezz’ora, Douglas Costa non ci sarà. Bernardeschi può giocare esterno, può fare la mezzala e può fare il trequartista”.

Andrea Barzagli. Juve

Andrea Barzagli. Juve

barzagli — Barzagli invece debutterà in Champions dall’inizio dopo l’esordio stagionale in serie A col Bologna: “È la seconda partita del girone e sarà importantissimo per noi vincere domani – dice il difensore -. Partita insidiosa, in Champions tutte sono difficili. Grande emozione per gli applausi dello Stadium, ma è finita lì: io devo dare sempre il massimo”. Infine l’omaggio a Marotta: “È un grande manager, mi ha portato alla Juventus, sotto il profilo umano è difficile trovare dirigenti di questo livello”.

 dalla nostra inviata Fabiana Della Valle 

© riproduzione riservata