Ballardini, la panca traballa Preziosi gli dà due partite

Davide Ballardini, 54 anni. Lapresse

Davide Ballardini, 54 anni. Lapresse

‘); }

Davide Ballardini resta in sella, ma ora ”dovrà cercare le soluzioni giuste per uscire da questa situazione”. L’invito a cambiare registro è arrivato direttamente dal patron Enrico Preziosi subito dopo la bruciante sconfitta contro il Parma. A fine partita tecnico e presidente hanno avuto un lungo colloquio negli spogliatoi insieme agli altri dirigenti rossoblù. La panchina di Ballardini per ora è salva, ma la fiducia del tecnico da parte della società non è incondizionata. Le prossime gare dopo la sosta saranno decisive in questo senso. Non tanto la (proibitiva) trasferta contro la Juventus, quanto la successiva gara contro l’Udinese potrebbe decidere il futuro di Ballardini: per sostituirlo, già si parla di Davide Nicola o Cesare Prandelli.

EQUILIBRIO — La prima critica mossa al tecnico è di aver smarrito quella solidità difensiva attorno alla quale era stata costruita la salvezza dell’anno scorso. Il Genoa segna molti più gol dell’anno scorso, ma ne subisce altrettanti. Dopo la gara con il Parma, Preziosi si è lamentato del fatto che il Genoa ”non ha giocato da squadra. Non eravamo messi bene in campo e ci siamo trovati spesso uno contro uno”, l’atto d’accusa rivolto dal patron a Ballardini. Una mancanza d’identità che si era già vista nella trasferta di Roma contro la Lazio e in parte contro il Sassuolo a Reggio Emilia. Due partite che avevano irritato non poco il patron, ma che erano state poi anestetizzate dalle vittorie con Chievo e Frosinone.


LEGGI IL SERVIZIO COMPLETO DI FRANCESCO GAMBARO SULLA GAZZETTA DELLO SPORT IN EDICOLA OGGI

 Gasport 

© riproduzione riservata