Biglia: “Voglio rinnovare L’obiettivo è la Champions”

 Lucas Biglia, centrocampista del Milan. Afp

Lucas Biglia, centrocampista del Milan. Afp

‘); }

Dopo il bagno di folla per l’incontro con il Pipita, Casa Milan indossa ancora l’abito delle grandi occasioni per l’inaugurazione del ristorante “Bistrot Fourghetti” che prende il posto della vecchia “Cucina Milanello”, sempre in via Aldo Rossi. Oltre al d.s. rossonero Leonardo e al direttore dello sviluppo strategico Paolo Maldini, presente all’evento anche Lucas Biglia, reduce dall’ottima partita contro la Roma a San Siro. “Mi sento più integrato, l’intenzione dopo il Mondiale è di dedicarmi al Milan – ha spiegato il centrocampista argentino a margine dell’evento -. Lo ringrazio perché mi è stato vicino nei momenti difficili e voglio dare tutto in ogni partita e in ogni allenamento”.

condizione — Biglia ha poi parlato della sua condizione fisica, dopo la frattura delle due vertebre lombari che ha influenzato il suo rendimento con la Nazionale argentina in Russia, a cui ha dato recentemente l’addio: “Devo ringraziare tanto Gattuso e il suo staff. Negli ultimi due mesi della stagione ho avuto un infortunio che mi ha condizionato al Mondiale, ma poi sono tornato qui per trovare la migliore condizione. – ha aggiunto – Mi sono messo a disposizione di uno specialista per mettere a posto la schiena e sono venuto qui a lavorare nella maniera migliore. Ho giocato solo due partite oltre ai 60′ nell’amichevole col Real, ma a poco a poco tornerò al meglio”.


campionato — Biglia ha continuato sugli obiettivi stagionali dei rossoneri e sul dominio della Juventus: “Noi dobbiamo guardare a noi stessi e, come dice mister Gattuso, alzare l’asticella. L’obiettivo è la Champions, deve esserlo se vogliamo riportare il Milan dove merita”.

futuro — Sotto contratto fino al 2020, il regista non si vede in futuro con una maglia diversa da quella rossonera. “Vorrei rinnovare, mi trovo bene qui, mi sono adattato dopo un anno un po’ duro e mi trovo bene con i miei compagni – conclude – Mi hanno dato tantissima fiducia e il rapporto col mister è ottimo, faccio quello che mi chiede per la squadra”.

 Gasport 

© riproduzione riservata