Butic e Rauti lanciano il Toro All’andata 2-0 al Milan Coppa Italia più vicina

Lapresse

Lapresse

‘); }

Il primo round è del Toro: due cazzotti al Milan firmati Butic e Rauti e la Primavera granata fa suo il match di andata della finale di Coppa Italia. Vittoria meritata per quanto visto in campo, anche se il Milan nel finale forse il gol della speranza lo avrebbe meritato. In tribuna una bella rappresentanza granata: oltre al presidente Cairo – e la dirigenza granata al completo – anche il tecnico Walter Mazzarri e il vice Frustalupi, oltre ai giocatori Edera, Rincon, Burdisso, Sirigu e Moretti. Per il Milan c’è Gattuso a seguire i suoi ex allievi, con il d.s. Mirabelli.

avvio toro — Primo tempo più a tinte granata: Coppitelli sorprende optando per il 4-4-2 e sulle fasce – specialmente a destra – il Torino spinge e costruisce di più. Borello è tra i più intraprendenti e per due volte si libera bene al tiro senza inquadrare la porta. Il primo tiro nello specchio arriva al 32’ con Butic da fuori: Guarnone c’è. E il portiere del Milan poi è bravo a deviare un diagonale velenoso di Rauti (40’). La prima frazione del Milan è tutta in una protesta per una trattenuta di Capone su Tsadjout che appare irregolare ma non per l’arbitro Massimi.


Lapresse

Lapresse

uno-due — Nella ripresa il Toro passa al 9’, proprio mentre in tribuna si palesa capitan Belotti, accolto dagli applausi del popolo granata. Il pubblico è tutto in piedi per il Gallo ma presto si accorge della volata di Butic che da posizione defilata finta il destro e poi di interno sinistro pesca l’incrocio lontano. Per l’attaccante croato ex Inter è il 21esimo centro in stagione. Nemmeno il tempo di esultare e il Toro raddoppio, che nasce da un corner rossonero. Adopo si fa mezzo campo in velocità, poi serve il liberissimo Rauti che in diagonale infila ancora Guarnone. Il Milan ha poi due occasionissime per riaprire il match. Al 31’ ma prima Coppola vola su Forte, poi Dias a porta vuota viene murato da Fiordaliso. Pochi minuti più tardi Tsadjout solo in area salta il portiere e calcia, ma Ferigra salva sulla linee. Nel finale è ancora Forte a impensierire Coppola, ma il Milan non passa. A San Siro venerdì prossimo servirà una mezza impresa ai rossoneri.

Dal nostro inviato Vincenzo D’Angelo 

© riproduzione riservata