Cairoli non molla la decima “Finché ho stimoli si può”

Tony Cairoli

Tony Cairoli

‘); }

A centinaia, ragazzi e ragazze, ma anche persone di tutte le età, hanno aspettato in coda anche tre ore lo sbarco di Tony Cairoli al Festival dello Sport in corso a Trento. Uomo dei record perché è il più forte pilota di motocross in attività, e che con 9 mondiali vinti in 14 stagioni ha il mirino ben puntato sul primato di 10 del belga Stefan Everts. “Sì, il record è alla portata, ma i conti li facciamo quando smetto di correre”, ha detto battagliero e con fiducia il 33enne nativo di Patti. “I numeri non mi interessano, non mi sono mai interessati, l’obiettivo non è vincerne 10, 11, 12, 13 o più. Semplicemente corro ogni stagione finché ho lo stimolo per farlo e continuerò a farlo finché vedrò miglioramenti, quello che mi guida è la passione”.

obiettivo — Un primo treno per la “decima” era passato nella stagione appena conclusa, ma i problemi fisici e le cadute lo hanno costretto a rimandare l’appuntamento: “La stagione non è andata come speravo ma siamo sempre lì davanti, peccato per qualche caduta di troppo e qualche infortunio a fine stagione che mi ha fatto perdere punti e campionato. Herlings ha meritato la vittoria, spero di rifarmi l’anno prossimo”. E’ appena finita una stagione ma Cairoli guarda già alla ripresa dell’attività di dicembre: “L’obiettivo è migliorare ogni anno: gli errori fatti indicano la strada da fare per il miglioramento. Herlings ha dieci anni in meno, ma io dalla mia ho l’esperienza, la passione e il piacere di andare in moto”.


Dal nostro inviato Giuseppe Nigro 

© riproduzione riservata