Cargo: Martin Freeman padre quasi zombie nel trailer del film Netflix

Re del fantasy, dopo aver interpertato Bilbo Baggings nei tre film di Peter Jackson dedicati a “Lo Hobbit” di J.R.R. Tolkien, e prima ancora del mistery, grazie al ruolo di Watson nella serie tv Sherlock, Martin Freeman è passato, almeno temporaneamente, all’horror, con risultati che si annunciano notevoli. Lo confermano sia Ghost Stories, che vedremo a partire dal 19 aprile, che il film di zombie Cargo, che verrà presentato in anteprima al Tribeca Film Festival prima di approdare su Netflix il 18 maggio.

Cargo segna l’esordio dietro alla macchina da presa di Yolanda Ramke, che ha scritto anche la sceneggiatura e che ha diretto il film insieme a Ben Howling, anche lui alle prime armi. Protagonista della vicenda è un padre che, a causa del morso di uno zombie, è destinato a diventare anche lui in un morto vivente. Prima che la trasformazione abbia luogo, gli restano 48 ore, tempo in cui dovrà trovare un essere umano a cui affidare la figlia piccola. Siamo nell’Australia rurale e, a giudicare dalle immagini che vi mostriamo, ci troviamo di fronte a un film con una buona regia e una bella fotografia, e nel quale lo spavento convive con personaggi di notevole spessore. Ci sarà da tremare, insomma, ma anche da versare copiose lacrime.

Ricordiamo che Cargo – finanziato dalla produttrice di Babadook Kristina Ceyton – è l’estensione di un corto di 7 minuti e che Freeman ha già avuto a che fare con gli zombie ne L’alba dei morti dementi.