Carpi, 0-0 e niente sorpasso Inzaghi resta in zona playoff

Poche emozioni, portieri pressoché inoperosi e uno 0-0 giusto fra Carpi e Venezia. La squadra di Calabro fallisce il sorpasso all’ottavo posto su quella di Inzaghi, che dopo due k.o. esterni si rimette a fare punti anche lontano dal Penzo. Per il Carpi invece è l’undicesimo risultato utile di fila in casa (5 vittorie e 6 pari), nuovo record della sua storia in B. Calabro cambia quattro pedine rispetto al successo sulla Ternana e sceglie Pasciuti (che lavora su Stulac) come finto trequartista per affiancare Melchiorri. Inzaghi conferma Vicario fra i pali, ma rimette Garofalo e Geijo, con Fabiano preferito a Pinato e Firenze nel ruolo di interno di scompiglio.

‘); }

Stulac contro Concas in Carpi-Venezia. LaPresse

Stulac contro Concas in Carpi-Venezia. LaPresse

garritano spreca — Il primo tempo è totalmente bloccato, le due squadre non si concedono spazi e alla fine per il primo in porta bisogna attendere addirittura il 43′, quando Jelenic da 35 metri su punizione calcia centrale. Prima ci avevano provato senza grande convinzione Mbaye e Garofalo da fuori, mentre le conclusioni di Litteri (esterno della rete) e Pasciuti (palla larga) non avevano creato problemi ai due portieri. Nella ripresa Inzaghi cerca in Pinato e Zigoni qualche soluzione in più in attacco, ma è il Carpi (con Concas al posto di Jelenic a supporto di Melchiorri) ad avere le occasioni migliori. Ci prova Brosco di testa su corner, poi due volte Garritano spreca la palla del suo primo gol stagione: sul primo tiro viene murato da Stulac, sul secondo spara debole dal limite. Prima del fischio finale Poli di testa fa venire i brividi a Vicario e per un Venezia mai pericoloso il punto vale oro.


 Davide Setti 

© riproduzione riservata