Cerri manda ko la Cremonese Novara batte 1-0 il Cesena

Dopo il successo di Empoli, Frosinone, Palermo e Parma, anche il Perugia torna alla vittoria sconfiggendo la Cremonese al Curi. Nell’altro posticipo della 33esima giornata di Serie B il Novara era riuscito a piegare il Cesena con un gol negli ultimi minuti di gioco.

‘); }

Alberto Cerri esulta per il gol vittoria. LaPresse

Alberto Cerri esulta per il gol vittoria. LaPresse

PERUGIA – CREMONESE — Davanti agli oltre 8500 del Curi il Perugia conquista la sesta vittoria nelle ultime 7 gare, riscattando così il mezzo passo di Cesena ed agganciando Bari, Parma e Cittadella al quarto posto della classifica. Per la Cremonese si è trattato dell’undicesima partita senza vittorie. Roberto Breda ha scelto di rinunciare inizialmente al gioiello Alberto Cerri (reduce dal doppio impegno con la nazionale azzurra Under 21), dando via libera ad Alessandro Diamanti e schierando Buonaiuto al posto di Bandinelli. Dall’altra parte l’ex Attilio Tesser ha rinunciato al perugino Scappini, schierando Castrovilli e Perrulli alle spalle dell’unica punta Brighenti. Gli umbri hanno portato i maggiori pericoli alla porta dei lombardi proprio sugli sviluppi delle intuizioni dello stesso Diamanti, che al 40′ ha portato il primo vero pericolo alla porta di Ujkani, impegnandolo in tuffo su punizione. Per tutto il primo tempo la Cremonese, pur tenendo bene il campo, non è riuscita a portare pericoli alla porta degli umbri, vedendo la propria manovra sbattere sistematicamente contro il muro difensivo avversario. La palla buona per passare in vantaggio il Perugia l’ha avuta in avvio di ripresa, quando Del Prete di testa al secondo palo ha mandato di pochissimo a lato sull’angolo dello stesso Diamanti. La svolta per il Perugia c’è stata con l’ingresso in campo dello stesso Cerri. Proprio l’attaccante, sui una precisa punizione laterale di Diamanti ha colpito di testa in torsione, eludendo la marcatura di Canini ed insaccando alle spalle di Ujkani. Per l’attaccante degli umbri si è trattato del tredicesimo gol in campionato. Pur con il vantaggio il Perugia ha continuato ad attaccare, sfiorando il secondo gol ancora con Del Prete. Per la Cremonese quindi una serie negativa di sei pareggi e cinque sconfitte, con l’ultima vittoria in trasferta che risale addirittura al 4 novembre 17 in casa del Foggia (2-3).


LaPresse

LaPresse

novara – cesena — Un gran gol di Maniero riporta il Novara alla vittoria e dona una boccata d’ossigeno preziosa agli azzurri alla vigilia del derby di Vercelli. Non basta, al Cesena, un grandissimo Fulignati, protagonista di tre interventi decisivi (due su altrettante punizioni di Ronaldo e uno nel finale su Puscas): gli uomini di Castori costruiscono poco, fatta eccezione per qualche tiro da fuori sempre ben gestito da Montipò. Nel segno dell’equilibrio la prima frazione, con l’avvio favorevole al Novara e poi maggior spazio per il Cesena (comunque mai troppo pericoloso). Altrettanto si può dire per la ripresa, almeno fino all’ingresso in campo di Maniero. L’ultimo “quarto” di partita è stato letteralmente nel segno dell’attaccante campano, fermato prima dal palo (25’) e poi a segno, con un’incornata perentoria, per la quarta volta in stagione su un corner perfetto di Ronaldo. La reazione del Cesena è tutta in un tiro da fuori di Fedele, non abbastanza per impensierire un Novara ordinato e attento. Troppo poco per regalare al Cesena un pari che avrebbe comunque smosso la classifica.

 Menconi-Maddaluno 

© riproduzione riservata