Champions, ecco come cambia la ripartizione dei ricavi

ROMA – La UEFA ha comunicato i dettagli sulla distribuzione delle entrate ai club che parteciperanno nel 2018/19 a UEFA Champions League, UEFA Europa League e Supercoppa UEFA 2018, nonchè ai pagamenti di solidarietà per le fasi di qualificazione. I ricavi commerciali lordi della Champions League 2018/19, Europa League 2018/19 e Supercoppa UEFA 2018 si stima siano circa 3,25 miliardi di euro. Dell’importo lordo stimato di 3,25 miliardi di euro, 295 milioni saranno detratti per coprire i costi organizzativi delle competizioni, e il 7% (227,5 milioni di euro) verrà utilizzato per i pagamenti di solidarietà. Dei ricavi netti rimanenti che ammontano a 2,73 miliardi di euro, il 6,5% sarà riservato al calcio europeo e resterà alla UEFA, mentre il restante 93,5% verrà redistribuito ai club partecipanti.In base a quanto sopra descritto, il totale disponibile per la distribuzione ai club partecipanti nel 2018/19 ammonta a 2,55 miliardi di euro, dei quali 2,04 miliardi distribuiti ai club che partecipano a Champions League e Supercoppa, mentre 510 milioni di euro ai club che partecipano alla Europa League.

CHAMPIONS LEAGUE – Un totale di 30 milioni di euro verrà assegnato ai club coinvolti negli spareggi di Champions League: ciascun club eliminato riceverà una quota fissa di 5 milioni di euro. Le vincenti degli spareggi non riceveranno invece alcun pagamento specifico per questa fase ma accederanno ai contributi riservati alle squadre che partecipano alla fase a gironi di Champions League. Ii club che partecipano alla Champions League dalla fase a gironi in poi, riceveranno 1,95 miliardi di euro come segue: il 25% sarà destinato alle quote di partenza (488 milioni di euro, con 15,25 milioni a ciascuna squadra qualificata); il 30% sarà destinato agli importi fissi relativi alle prestazioni (585 milioni di euro: 2,7 milioni per ogni vittoria, 900 mila euro per pareggio); il 30% verrà assegnato sulla base delle classifiche dei coefficienti di rendimento decennali (585 milioni di euro, la singola quota vale 1,108 milioni, la prima in classifica avrà 32 quote quindi 35,46 milioni di euro); il 15% sarà assegnato agli importi variabili (market pool) (292 milioni di euro). Nell’ambito degli importi fissi, ancora, i club che si qualificano alla fase a eliminazione diretta riceveranno i seguenti contributi: qualificazione agli ottavi di finale 9,5 milioni di euro a club; qualificazione ai quarti di finale 10,5 milioni di euro a club; qualificazione alle semifinali 12 milioni di euro a club; qualificazione alla finale 15 milioni di euro a club; la vincente della finale di Champions League riceverà 4 milioni di euro supplementari; i due club che si qualificano alla Supercoppa 2018 riceveranno 3,5 milioni di euro ciascuno, con la vincente che riceverà 1 milione di euro supplementare.

Andiamo a vedere la ripartizione in Europa League…

Uefa: 3 giornate di squalifica a Buffon