Champions League, Manchester City-Liverpool 1-2: Guardiola scippato ed espulso

Champions League
Champions League, Manchester City-Liverpool 1-2: Guardiola scippato ed espulso
© Getty Images,

Rimonta stroncata dall’arbitro Lahoz: Citizens in vantaggio dopo 2′, poi l’arbitro spagnolo annulla incredibilmente il raddoppio di Sané. Nella ripresa la ribaltano Salah e Firmino. Reds in semifinale

MANCHESTER (Inghilterra) – La “comeback” non riesce. Niente rimonta per il Manchester City di Guardiola, che dopo il 3-0 di Anfield perde anche all’Etihad, 2-1, contro il Liverpool di Klopp. Serata cominciata bene per Pep, in vantaggio dopo 2′ con Gabriel Jesus, ma proseguita in un vero e proprio incubo firmato Lahoz, l’arbitro spagnolo che annulla incredibilmente il 2-0 di Sané a fine primo tempo e che poi lo allontana per proteste. Nella ripresa, poi, arrivano il pari di Salah e il gol partita di Firmino, con Guardiola a guardare la partita dagli spalti. In semifinale di Champions, alla fine, ci vanno i Reds.

Manchester City-Liverpool 1-2: statistiche e tabellino

SUBITO CITY – Passano 1 minuto e 57 secondi e il City è in vantaggio. Van Dijk – pressato forse in modo falloso da Sterling – sbaglia un appoggio a centrocampo e manda in contropiede i padroni di casa, con l’esterno inglese subito servito in profondità da Fernandinho. A centro area, poi, Gabriel Jesus sfrutta al massimo l’assist del compagno di squadra e batte Karius. L’assedio del City è senza sosta e il Liverpool non riesce quasi mai a ripartire. Karius smanaccia un tiro-cross di Sané, ma poi non è chiamato a grandi interventi anche perché al 41′ la conclusione a giro di Bernardo Silva sbatte in pieno sul palo alla destra del portiere dei Reds.

GOL ANNULLATO INGIUSTAMENTE – Il City raddoppia un minuto dopo grazie a uno svarione di Karius che respinge su sul compagno di squadra Milner che involontariamente serve Sané. L’attaccante tedesco non è in fuorigioco, la sfiora anticipato l’intervento disperato di Lovren, ma l’arbitro Lahoz annulla per un inesistente fuorigioco che fa infuriare Guardiola, poi allontanato e costretto a seguire il secondo tempo in tribuna. Nel finale il Liverpool avrebbe anche l’occasione di pareggiare, ma Oxlade-Chamberlain – dopo una splendida triangolazione con Salah – spreca a porta vuota da posizione defilata dopo aver saltato Ederson.

SALAH, DOCCIA GELATA – Nella ripresa l’ipotesi di rimonta del City viene stroncata quasi sul nascere, perché al 56′ arriva il gol che taglia le gambe. Il tutto nasce da un’incursione centrale di Sané, che sbatte su Ederson in uscita bassa. La palla, poi, arriva sui piedi di Salah che con un pallonetto fa 1-1. Il City cade in depressione e non crea più seri pericoli alla porta di Karius. Il Entrano anche Aguero e Gundogan, ma a poco serve. Al 77′ arriva anche il 2-1 ad opera di Firmino, che ruba palla a un ingenuo Walker e si invola verso la porta e batte Ederson. Cala il sipario sull’Etihad. In semifinale, a sorpresa, ci va il Liverpool di Klopp.