Cionek illude Semplici De Roon salva l’Atalanta

L'esultanza del difensore polacco, al suo primo gol in Serie A. Ansa

L’esultanza del difensore polacco, al suo primo gol in Serie A. Ansa

‘); }

Spal e Atalanta fanno 1-1, si spartiscono la posta in palio e continuano a cullare le rispettive ambizioni: la salvezza e l’Europa League. La squadra di Semplici gioca meglio nel primo tempo ed esulta con l’incornata di Cionek ma l’Atalanta è brava a reagire nella ripresa e a pareggiare su rigore con De Roon.

la partita — I primi dieci minuti sono tutti di marca atalantina: Gosens sfiora il vantaggio tutto solo in area ma Meret è attento. La Spal soffre, resiste ed esce alla distanza. Viviani e Grassi dettano i ritmi a centrocampo mentre Lazzari sulla destra riesce spesso a raggiungere spesso il fondo. Berisha deve chiudere prima su Grassi e poi rischia il pasticcio sul tiro di Viviani. I ragazzi di Gasperini sembrano trovare la quadra in campo attorno alla mezz’ora e rischiano pure di passare in vantaggio: al 25′ Gomez riceve al limite, il rasoterra piazzato si stampa sul palo. Sulla ribattuta arriva Freuler ma il gol è annullato per fuorigioco. La Spal riprende coraggio e passa al 39′: Viviani pennella in mezzo all’area per Thiago Cionek, che con una bellissima girata di testa batte Berisha.


secondo tempo — Nella ripresa Gasperini mette Cornelius per Petagna. I bergamaschi cercano con rabbia il pari: Cristante verticalizza e Gomez si trova a tu per tu con Meret ma sparacchia sul primo palo senza considerare l’accorrente Cornelius, tutto solo al centro. Dopo un minuto Cionek si immola su Gosens. L’Atalanta è più manovriera ma la Spal è organizzata ed è pericolosa in ripartenza: proprio su una di queste al 62′ Viviani fa partire un bolide che si stampa sulla traversa. Gasperini si gioca tutto e manda dentro anche Musa Barrow al posto di Palomino. I bergamaschi premono e riescono a pareggiare con De Roon, freddo sul rigore procurato da Gomez al 78′. Piano piano le trame si fanno più disordinate: le due squadre hanno speso tanto sul piano dell’energia e le occasioni calano fino al fischio finale.

A breve il servizio completo.

 Gasport 

© riproduzione riservata