CR7, niente festa all’Allianz La Juve rinuncia all’evento

Cristiano Ronaldo. Epa

Cristiano Ronaldo. Epa

‘); }

Niente festa, niente luci né tifosi pronti a tutto pur di avere un biglietto: al Ronaldo-day mancherà un pezzo, forse quello più atteso dal popolo bianconero. Il marziano sbarcherà lunedì a Torino, farà le visite mediche, risponderà alle domande dei giornalisti allo Stadium, ma non abbraccerà i tifosi così come era stato pensato inizialmente. L’idea sul tavolo non è avanzata all’ultimo step di fronte ad alcune difficoltà pratiche e stamattina è stato comunicato a tutte le componenti organizzative esterne al club di fare un passo indietro: porte chiuse all’Allianz, primi applausi per CR7 nell’impianto rimandati al campionato di Serie A.

problemi — Nei giorni scorsi anche la Questura ha seguito da vicino il caso, iniziando ad attivarsi nell’eventualità di un maxi-evento, ovviamente a pagamento, all’interno dell’impianto torinese. Dalla Juve fanno sapere che non è una decisione legata all’ordine pubblico e le stesse forze dell’ordine avevano assicurato di poter “gestire” la sicurezza in una simile occasione senza particolari livelli di criticità. Forse un po’ deluso, ma comunque in estasi per l’acquisto, il mondo bianconero è in ogni caso pronto ad accogliere la propria stella nel migliore dei modi: inevitabile un bel po’ di fermento dall’arrivo a Caselle in mattinata passando per i test al J Medical fino alla visita alla Continassa.


 Filippo Conticello 

© riproduzione riservata