Dal Messico con furore Ecco la falsa star della Juve

Il messicano Dionicio Farid, 19 anni, in uno dei suoi fotomontaggi. Instagram

Il messicano Dionicio Farid, 19 anni, in uno dei suoi fotomontaggi. Instagram

‘); }

C’è chi si finge il pornodivo Franco Trentalance per attaccare bottone con la bella Justine Mattera; chi si finge cieco per ingannare la previdenza sociale e chi si finge direttamente morto per sparire, letteralmente, dalle scene. E poi c’è lui, Dionicio Farid Fernandes, che si finge… una giovane promessa della Juventus. É messicano e ha 19 anni il fenomeno del momento, colui che è riuscito a prendere per i fondelli mezzo mondo (sportivo): la stampa sudamericana, in effetti, ci è cascata di brutto e ha riempito i giornali delle sue foto e delle sue interviste, annunciando – pare – addirittura un improbabile debutto in Champions League. Ma anche il mondo virtuale non scherza: il suo profilo Instagram, adesso chiuso, contava già 16mila follower. La sua era quindi una super palla, ma non da calcio.

Da Marca

Da Marca

fake — “La Juventus convoca l’oaxaqueño Dionicio Farid”, recita un titolo su un giornale sudamericano, e fa già ridere così. Peccato però che, per un po’ di tempo, la fama ha preceduto lo stesso Dionicio, con tanto di autografi e testimonianze per raccontare la sua esperienza nella “cantera” bianconera, con un corredo social di foto da fare invidia a qualsiasi giovane leva del calcio nostrano. Peccato che fossero tutti scatti rubati dai veri giocatori delle giovanili della Juventus e poi abilmente photoshoppate. La bolla (anzi, la balla) si è però sgonfiata (prima o poi sarebbe dovuto succedere) e Dionicio è momentaneamente off-line, in tutti i sensi. Umberto Eco sosteneva che i social hanno dato la parola a legioni di imbecilli, Mentana ha coniato il termine “Webete” e, ancor prima, Andy Warhol sosteneva che nel futuro tutti avrebbero potuto avere i propri quindici minuti di gloria (e a proposito di fake, la paternità di Warhol in merito a questa affermazione è stata più volte messa in dubbio, tanto per restare in tema). Come direbbero in Messico di Dionicio? Mentiroso!


 Roberto Fazio 

© riproduzione riservata