Dal Tottenham al Psv I 5 motivi del successo

L’esultanza dell’Inter contro il Psv. Getty

L’esultanza dell’Inter contro il Psv. Getty

‘); }

Con la vittoria contro il PSV Eindhoven, l’Inter ha conquistato la quinta vittoria consecutiva tra Serie A e Champions League. Striscia di successi mai avvenuta da quando Spalletti siede sulla panchina nerazzurra e che si può riassumere in cinque grandi motivi.

I 5 motivi — In primis, Spalletti ha messo al centro dell’Inter i suoi big; su tutti Mauro Icardi che ha suonato la carica con la perla del momentaneo pareggio contro il Tottenham. Poi Radja Nainggolan, per caratteristiche il volto di questi “nuovi” nerazzurri, e Marcelo Brozovic, ancora troppo altalenante nel rendimento ma centrale nello schema interista. In secondo luogo, il modulo. Spalletti ha scelto il 4-2-3-1, senza più alternanze, puntando sulla strada che la squadra conosce meglio. Punto di forza aggiunto dei nerazzurri è anche la personalità di tutti gli interpreti: qualità che ha permesso di recuperare e ribaltare partite come quelle col Tottenham e il PSV. Quarto punto, l’ottimo turnover attuato da Spalletti che ha permesso di aumentare il livello di autostima di tutti i calciatori che hanno più spazio per mettersi in mostra. Ultimo motivo della ripresa nerazzurra, la condizione che partita dopo partita è cresciuta; principalmente quella del neo acquisto Nainggolan, anche se il discorso va ampliato a tutta la rosa.


LEGGI IL SERVIZIO COMPLETO DI DAVIDE STOPPINI SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI

 Gasport  

© riproduzione riservata