Davis sbanca Portland, Thompson stende gli Spurs

NBA
Davis sbanca Portland, Thompson stende gli Spurs
© AP

L’unico successo esterno della prima notte di playoff è di New Orleans, Golden State domina San Antonio, successi anche per Philadelphia e Toronto.

ROMA – Prima notte di playoff NBA con tre vittorie casalinghe e un colpo esterno. Lo mette a segno New Orleans, che passa a Portland 95-97 toccando anche il +19 a metà terzo quarto. I Blazers tornano a contatto nel finale ma dopo la tripla del -1 di McCollum è Anthony Davis (35 punti, 14 rimbalzi e 4 stoppate) a chiuderla dalla lunetta. Ottimi anche Holiday (21 punti e 7 rimbalzi) e Mirotic (16 punti e 11 rimbalzi). Portland non ha i soliti Lillard (18 punti e 7 assist) e McCollum (19 punti e 3 recuperi), non basta Nurkic (11 punti e 11 rimbalzi).

TORONTO OK – I Raptors allungano nel quarto periodo e superano i Wizards in gara1 mandando quattro giocatori del quintetto in doppia cifra: il migliore è Ibaka (23 punti e 12 rimbalzi), prezioso DeRozan (17), con lui Lowry (11 punti e 9 assist) e dalla panchina la vincono Miles (12 punti e 4/7 dall’arco) e Wright (18). Washington rimane in corsa per 40 minuti, poi si arrende quando cala Wall (23 punti, 15 assist). I Sixers travolgono Miami (130-103) in gara1 segnando 74 punti nel secondo tempo anche senza Embiid. Straordinario ancora una volta Marco Belinelli, che mette insieme 25 punti, e bene anche Redick (28, 4/6 da 3) e Saric (20). Simmons accarezza la tripla doppia (17 punti, 9 punti e 14 assist). Miami prova a rispondere timidamente con Dragic (15) e Olynyk (26) ma viene travolta.

SPURS KO – Golden State piega San Antonio 113-92 dando un segnale importante di ritrovata brillantezza dopo un finale di regular season preoccupante. I Warriors prendono un buon vantaggio nel primo quarto (+11) e poi lo dilatano col passare dei minuti. Il migliore è Klay Thompson (27 punti, 5/6 dall’arco) mentre Green sfiora la tripla doppia (12 punti, 8 rimbalzi e 11 assist). Popovich non ha il solito Aldridge (14 punti e 2 rimbalzi) e viene travolta 51 a 30 a rimbalzo. In gara2 dovrà necessariamente cambiare qualcosa.