Dovi: “Marc andava a razzo” Iannone: “Ho copiato Rins”

Da sinistra Dovizioso, Marquez e Iannone. Afp

Da sinistra Dovizioso, Marquez e Iannone. Afp

‘); }

Stavolta Andrea Dovizioso non ce l’ha fatta. Il forlivese della Ducati ha lottato come un leone, ma Marc Marquez ci ha messo quel qualcosa in più e si è portato a casa i 25 punti del GP di Aragon. Peccato perché la rossa è parsa essere ancora una volta la moto migliore. Dovi però rende onore alla bravura del rivale: “Ammetto che Marc è stato bravo a gestire la gomma morbida posteriore che ha scelto”.

lotta strana — Dovi però non ha recriminazioni: “È stata una lotta strana – ha detto – avevamo due moto opposte, e stavolta c’è stata molta differenza di gomma. Marc ha scelto la morbida che a destra non andava, io recuperavo nei cambi a sinistra grazie alla dura. Poi lui riusciva a fare cambi di manovra in pochi metri, la nostra moto non è adatta a questo tipo di combattimento. Avevo due o tre punti dove attaccare, ma Marc è stato bravo a fare due giri veloci e distanziarmi nel finale”.


parla iannone — Felicissimo per il terzo posto Andrea Iannone, che rivela come sia riuscito nell’impresa di duellare con Marquez e Dovizioso: “Mi sono presentato e ho chiesto lo stesso assetto di Rins – ha detto – mi hanno guardato come fossi matto, ma è andata bene”. Per l’abruzzese è stata una bella soddisfazione: “A me piacciono le cose difficili, abbiamo lavorato bene nel weekend e sono felice, ho copiato tutto l’assetto del mio compagno di squadra e questo ha aiutato. Vivo di alti e bassi, in questo momento sono felice anche del gruppo, ci stiamo amalgamando e i risultati si vedono”.

 Gasport 

© riproduzione riservata