Dzeko: “Ora anche il club sarà felice di avermi tenuto”

Edin Dzeko, un gol al Barça. Getty

Edin Dzeko, un gol al Barça. Getty

‘); }

Edin Dzeko a gennaio doveva andare al Chelsea? Beh, non è andato. E dopo tre mesi ha portato la Roma in semifinale di Champions League. Altro che sliding doors… La storia recente del bosniaco in giallorosso è davvero da film: “Ora posso giocare la semifinale Champions e sono felice di essere rimasto… E penso lo sia anche la società. E ora? Il bello può ancora venire, se ripetiamo la gara oggi possiamo giocarcela con tutti. Potevamo persino fare più di 3 gol. Non ho mai visto il Barcellona così in difficoltà. Ci credevamo tutti, anche se sapevamo che era difficile. Quando vedo che l’abbiamo fatto in questo modo splendido dico che siamo meritatamente in semifinale. Quando siamo i favoriti non ci esprimiamo al meglio? Qua a Roma si parla tanto di mentalità, ma se non ce l’hai non puoi vincere partite così. Quando siamo favoriti forse pensiamo sia tutto facile, ma si deve sempre dare il 100%”.

e ora finale — Prestazione perfetta per tutti, soprattutto per Dzeko, nell’inedito duo con Schick: “Patrick ha fatto una grande partita e avendo vicini lui e Nainggolan anche io avevo più spazio. Oggi con i 3 dietro abbiamo fatto benissimo. Sul campionato che posso dire, non siamo contenti, abbiamo perso troppi punti in casa. Ora ripartiamo dal derby che è la partita più importante della stagione”. Finale di nuovo sul discorso Champions: “La Roma dove può arrivare in Champions? Speriamo in finale, nessuno ci credeva e siamo per la prima volta in semifinale. Ci aspettano squadre fortissime ma lo era anche il Barcellona. Sono contento che posso guardare il sorteggio e vedere la mia Roma là”.


 gasport 

© riproduzione riservata