Dzeko ora è tra i più grandi E la media gol è da record

Edin Dzeko, 32 anni, porta a casa il pallone dopo la tripletta al Plzen. Ansa

Edin Dzeko, 32 anni, porta a casa il pallone dopo la tripletta al Plzen. Ansa

‘); }

Quando Edin Dzeko segnò la sua tripletta in Europa League due anni fa regalò il pallone con le firme a sua figlia Una. Stavolta invece l’attaccante bosniaco, oltre che a lei, l’ha portato a Dani, il secondogenito, nato come la sorella a Roma. Basterebbe (anche) questo a spiegare il legame di Edin con la capitale e o colori giallorossi, ma da ieri, dopo i tre gol al Viktoria Plzen in Champions, c’è anche un altro motivo: Dzeko è entrato nella top ten dei marcatori romanisti di tutti i tempi.

FELICITÀ — In campionato è fermo al gol vittoria di Torino alla prima giornata, in tutto è quindi a quota 4 reti stagionali, che portano il suo bilancio con la Roma a 77 totali, decimo posto all time. La classifica, ovviamente, è guidata da Totti con 307, poi sul podio ci sono Pruzzo (138) e Amadei (111). Alla portata di Dzeko ci sono invece Da Costa, nono con 79 – e il sogno sarebbe quello di superarlo già ad Empoli – e Delvecchio, ottavo con 83. Balbo è a 87 – e Dzeko conta di scavalcarlo già in questa stagione -, poi la corsa si fa più difficile, visto che al sesto posto c’è Montella con 102, preceduto da Manfredini (104) e Volk, 106.


SUPER MEDIA — Quello che colpisce, di Dzeko, al quarto anno a Trigoria, è però la media reti. La sua è di poco superiore a 0.5 a partita, inferiore solo a Manfredini e Volk (0.6), che però giocavano in un’altra epoca e in un altro calcio. Nella Roma “moderna” nessuno ha i numeri di Edin, che adesso aspetta solo di rinnovare il contratto. Quello attuale scade nel 2020, l’idea è di allungarlo per un’altra stagione per spalmare l’ingaggio da oltre 4 milioni. La società glielo ha proposto, lui è d’accordo, se la trattativa continuerà così difficile che non si arrivi ad un accordo in tempi non troppo lunghi.

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata