Elkann: “Ronaldo e la Juve? Per la più forte, il più forte”

John Elkann firma autografi ai tifosi della Juventus a Villar Perosa. Afp

John Elkann firma autografi ai tifosi della Juventus a Villar Perosa. Afp

‘); }

“Per la squadra più forte al mondo avere il giocatore più forte del mondo è un buon connubio”. John Elkann torna a Villar Perosa dopo quattro anni per Juve A-Juve B e nelle dichiarazioni in tv testimonia l’entusiasmo da Cristiano Ronaldo di questi giorni di Juventus. Il presidente e amministratore delegato di Exor, cugino di Andrea Agnelli, commenta il primo gol di CR7 e la giornata di festa a sei giorni dall’esordio in campionato: “Oggi per la prima volta la squadra gioca insieme e il primo gol è stato di Ronaldo, questo promette grandi cose”. John Elkann, come Andrea Agnelli, ha vissuto Villar Perosa anche da piccolo: può confrontare l’atmosfera con quella del passato. “Villar Perosa è un momento unico che ha solo la Juve, è fantastico – dice -. Ci si ritrova in famiglia, con tutti quelli che amano la Juve. È una partita in cui può solo vincere la Juve, è un momento magico, con i bambini che crescono e vengono qui con i nonni”.

LA STAGIONE — Elkann, si capisce, tiene al significato di questa giornata: “Qui si vede quanto la Juve sia importante in tutta in Italia. Ho incontrato chi viene dalla Sardegna, dal Veneto, da tanti luoghi: è questa la ragione per cui la Juve è straordinaria”. La frase sulla Juve 2018-19 fa capire quanto siano alte le attese anche in famiglia: “La Juve è tra le più grandi squadre della storia e quest’anno è una fortissima Juve, una delle più forti che ci siano. La Juve ha sempre ambizioni molto alte, quando ci si ritrova qui si festeggia quanto ottenuto, e infatti abbiamo qui due coppe, e si riflette su quello che si deve conquistare”. L’idea di fondo è evidente: portare a Villar Perosa tra un anno un’altra coppa, più larga, con due orecchie grandi.


 Luca Bianchin 

© riproduzione riservata