Eventi Letterari Monte Verità 2018: protagonista l’Utopia della natura

La sesta edizione degli Eventi letterari Monte Verità, dedicata al tema “Utopia della natura”, si apre in serata con un incontro con Erri De Luca al PalaCinema di Locarno dal titolo “Vedo alberi che camminano”. Lo scrittore illustrerà la sua passione per una narrazione sempre più legata al viaggio: per mari e per terre, di dialogo con la montagna, di ascolto della natura.

Da venerdì 23 sino a domenica 25 marzo tutti gli incontri in programma si svolgeranno al Monte Verità di Ascona, un luogo pieno di energia e storia, dove oltre un secolo fa fu fondato un leggendario movimento di opposizione alla crescente urbanizzazione e industrializzazione in atto intorno al 1900, un centro per ideare e sviluppare alternative di vita per un mondo migliore.

“Come aspirazione, rifugio, mistero, pericolo o minaccia, diritto e responsabilità, la natura è spesso al centro dei nostri pensieri, delle nostre attenzioni, delle nostre paure e delle nostre gioie, dei discorsi privati e delle battaglie pubbliche. Ma per ‘natura’ non intendiamo piuttosto ‘ciò che noi ne facciamo’ o ‘come la osserviamo’, ossia la riflessione filosofica o etica su di essa?”. Parole del direttore artistico degli Eventi letterari Monte Verità, Joachim Sartorius.

Tra gli ospiti degli Eventi letterari Monte Verità 2018 si annoverano autori eccezionali del mondo della letteratura, della scienza, dell’arte e della filosofia, tra cui autori di best seller e noti esploratori come Erling Kagge e Marco Balzano, con la defezione all’ultimo minuto di Paolo Cognetti, a causa della tempesta di neve sull’est degli USA, il filosofo Remo Bodei, lo scrittore e italianista Niccolò Scaffai e l’esperto di mutamenti climatici Hans Joachim Schellnhuber. 

In programma anche una serata speciale, animata da Valentina Lodovini e Bruno Ganz, dedicata alla lettura e interpretazione di brani tratti dalle opere di grandi scrittori che hanno raccontato la natura come Giorgio Caproni, Giacomo Leopardi, Robinson Jeffers, Eugenio Montale, Henry David Thoreau e Jean-Jacques Rousseau.

Sarà invece l’editore Carlo Feltrinelli a tenere la laudatio in onore di Jorge Herralde, fondatore della casa editrice spagnola Anagrama, che riceverà il Premio E. Filippini 2018. In occasione dei trent’anni dalla morte, gli Eventiletterari propongono anche uno speciale omaggio al noto scrittore, traduttore e giornalista locarnese, grazie agli interventi di Marino Fuchs e Cristina Battocletti.

A seguire tutti gli incontri in programma anche i giovani scrittori e scrittrici svizzeri che animeranno il Cenacolo del Monte Verità, coadiuvati e dal loro mentore, il poeta e scrittore ticinese Fabio Pusterla. Il giornalista Roger de Weck modererà due incontri di grande interesse. Il primo, in programma sabato 24 marzo alle 16.00, con Hans Joachim Schellnhuber per scoprire tutte le sfide che il cambiamento climatico in atto ci offre e quali possibilità ancora abbiamo di conservare il nostro pianeta. Il secondo, in programma domenica 25 marzo alle 11.00, con Judith Schalansky, Zora del Buono e Rüdiger Schaper analizzerà il nostro controverso rapporto con le meraviglie del creato, gli opposti sentimenti di fascino e di paura per le forze naturali, l’interpretazione estetica e l’approccio scientifico alla natura. “Perché” spiega Roger de Weck “la parola natura abbraccia sia la connotazione paradisiaca, sia quella spietata del diritto del più forte come legge naturale: analizzare questa ambivalenza ritengo sia particolarmente interessante”.

Appuntamento ad Ascona, e Locarno, sul Lago Maggiore ticinese, fino a domenica 25 marzo. Programma completo e prevendita on line sul sito  www.eventiletterari.swiss