Festa Ascoli: 1-0 al Bari Cosmi, sospiro di sollievo

Daniele Buzzegoli, LaPresse

Daniele Buzzegoli, LaPresse

‘); }

Il Bari cade ad Ascoli e fallisce il tanto atteso salto di qualità al termine di una partita che i bianconeri di Cosmi hanno vinto meritatamente capitalizzando al massimo la rete iniziale di Buzzegoli, poi difesa con il coltello fra i denti. Per l’Ascoli, al terzo risultato utile consecutivo, è una grossa boccata di ossigeno in chiave salvezza.

le scelte — Al Del Duca si sono affrontate due squadre con diverse assenze. A Cosmi mancavano lo squalificato Mignanelli e gli infortunati Rosseti, Bianchi, Cherubin, oltre a Favilli il cui rientro è previsto fra circa un mese; campionato finito invece per Carpani. Anche Grosso contava defezioni di rilievo come quelle di Basha, rimpiazzato da Petriccione, e di Brienza che sarebbe stato un ex; in compenso il tecnico recuperava Balkovec e Gyomber, rientrati dalle rispettive nazionali, così come nell’Ascoli Clemenza e DUrso. Cosmi ha scelto Lores per affiancare in attacco Monachello, a centrocampo Martinho. Per i biancorossi l’obiettivo era migliorare ulteriormente il rendimento in trasferta, recentemente comunque in crescita. All’Ascoli servivano invece come il pane punti per alimentare le speranze salvezza alla luce della difficile classifica e dell’insoddisfacente rendimento in campo.


Serse Cosmi. LaPresse

Serse Cosmi. LaPresse

cronaca — Pronti via e l’Ascoli al 3′ sblocca il risultato con un destro dal limite di Buzzegoli che, servito da Lores, sorprende Micai alla sua destra. Fatica il Bari a reagire e rischia su un sinistro di Lores a fil di palo. Il primo tiro dei pugliesi lo scocca Nenè al 26′, Agazzi è pronto. I galletti accelerano e al 36′ Agazzi sceglie perfettamente il tempo di uscita e anticipa di un soffio Improta. Il Bari però non convince e spesso dalla panchina Grosso da segni di non gradire soprattutto la lentezza della manovra dei suoi che soffrono molto il pressing alto dei bianconeri. Giusto il vantaggio col quale l’Ascoli va negli spogliatoi per l’intervallo. Non cambia molto la fisionomia del match in avvio di ripresa e allora Grosso cambia uno spento Henderson con Galan. Cosmi risponde inserendo D’Urso e Clemenza. Girandola di sostituzioni ma a parte alcune mischia in area ascolana il Bari non è mai realmente pericoloso e deve arrendersi al l’Ascoli che vince 1-0.

 Peppe Ercoli 

© riproduzione riservata