Finali mondiali Ferrari A Monza è passione rossa

Alcune delle stupende Ferrari da ammirare a Monza

Alcune delle stupende Ferrari da ammirare a Monza

‘); }

All’Autodromo di Monza entra nel vivo il weekend sotto il segno delle Finali Mondiali con le ultime gare delle serie continentali del Ferrari Challenge – Europe, North America, Asia Pacific – in scena oggi. Per il pubblico, che accede al Tempio della velocità gratuitamente potendo scegliere il posto preferito in tribuna, oltre alle corse un ricco intrattenimento nel paddock con esposizione di modelli da collezione (Formula 1 e Gran Turismo), di tutta la gamma stradale del Cavallino (comprese le ultime nate, Monza SP1 e SP2 e la nuovissima 488 Pista Spider), e la grande area per bambini e famiglie.

Le FXX K in azione

Le FXX K in azione

domenica speciale — Intanto il sole ha fatto capolino sul cielo brianzolo, con previsioni meteo positive anche per domani. In attesa della grande ultima giornata, domani, quando oltre cento 488 Challenge da 670 cavalli andranno in pista per contendersi i titoli mondiali. Una domenica dal sapore speciale tra corse, esibizioni, sorprese in una giornata di grande festa grazie allo show di chiusura (dalle 14, con la partecipazione di Maurizio Arrivabene, team principal Scuderia Ferrari F.1) sul rettifilo centrale che coinvolgerà oltre 100 auto e tra i piloti l’ex ferrarista Giancarlo Fisichella che riporterà sull’asfalto monzese la “sua” F60 del 2009. Tra una gara e la successiva ricca di sfumature l’offerta nel paddock. Spicca la tenda denominata “Le Leggende di Monza” che mette in fila oltre 40 vetture che hanno legato il proprio nome al leggendario circuito brianzolo.


L’area giochi per bambini allestita a Monza. Masperi

L’area giochi per bambini allestita a Monza. Masperi

da collezione — Pezzi da collezione (tra monoposto da F.1 e fantastiche GT del Cavallino) come le numerose 750 Monza, tra le quali l’esemplare (restaurato con cure pazienti e attenzione certosina) con il quale il pilota milanese Alberto Ascari perse le vita proprio a Monza il 26 maggio 1955, un bolide con motore 4 cilindri in linea da 3000 cc e 260 cavalli (con numero di telaio 0562) tornata a splendere con ogni dettagli, dalla carrozzeria alla meccanica, riportato alla veste originale. E tra le “Leggende” impossibile non citare la F430 GTC due volte vincitrice alla 24 Ore di Le Mans (2007 e 2009) così come la 512 F1 del 1964 (di John Surtees e Lorenzo Bandini) e la 312 F1-66 (’66) la quale testimonia l’ultima vittoria di un pilota italiano (Ludovico Scarfotti) al GP d’Italia, e ancora la 312 T (’75) vittoriosa nel Mondiale con Niki Lauda, oltre alle 5 Ferrari con cui Michael Schumacher vinse a Monza (nel ’96, ’98, 2000, 2003 e 2006).

Alcune delle stupende Ferrari da ammirare a Monza. Masperi

Alcune delle stupende Ferrari da ammirare a Monza. Masperi

il programma — Oggi pomeriggio gara-2 del Ferrari Challenge (dalle 12.55 il campionato Europe; 14.50 Asia Pacific; 16.40 North America), intervellate dalle prove private dei Programmi XX (i prototipi di Maranello, tra i quali una FXX K Evo, due FXX e una 599 XX realizzati per portare all’estremo potenza e velocità pur senza dover gareggiare in specifici campionati) e delle F1 clienti. Domani l’ultimo atto di un fine settimana intenso; fin dalle ore 9 il via alle quattro gare valide come Finali Mondiali che attribuiranno i titoli iridati; si parte con il F. Challenge Coppa Shell AM; quindi alle 10.35 F.C. Coppa Shell, 12.55 F. C. Trofeo Pirelli & T. Pirelli AM. Dalle 14 alle 15 il Ferrari Show: per tutti appuntamento sulle tribune del rettifilo principale dove si gusterà lo spettacolo di chiusura con oltre 100 auto in pista, tra le quali 4 Ferrari F60 da F1 (2009) condotte da Giancarlo Fisichella, Marc Gené, Davide Rigon e Andrea Bertolini.

 Giulio Masperi 

© riproduzione riservata