Gattuso: “Daremo battaglia Higuain? Stia tranquillo”

Gennaro Gattuso, da dicembre 2017 allenatore del Milan. Ap

Gennaro Gattuso, da dicembre 2017 allenatore del Milan. Ap

‘); }

Una gara importante per Rino Gattuso e il suo Milan, che contro la Juventus cerca l’impresa e il salto di qualità decisivo per spiccare il volo. “Da sette anni i bianconeri vincono in Italia, sono di un altro pianeta. Tante volte danno la sensazione di non sudare nemmeno, oggi con Ronaldo tanta tecnica e forza fisica. Vedremo come andrà, può comunque succedere di tutto”. E ancora: “Sono punti importanti, va giocata con grande voglia e mentalità. Daremo battaglia, giusto che ci proviamo”. Su Higuain, recuperato in extremis: “Per il carattere che ha gli consiglio di stare tranquillo, il nervosismo non porta da nessuna parte. Non è al massimo ma se la deve godere, ha fatto di tutto per esserci”. Accenno anche su Allegri: “Un maestro per me, fa piacere ricevere belle considerazioni da parte sua, così come da Arrigo Sacchi. I litigi con lui mi hanno aiutato a crescere”. E su Mourinho: “Ho fatto di peggio…”.

INFORTUNI E BONUCCI — Tanti infortunati per il Milan, Gattuso si esprime così: “La preoccupazione non tanto per quello ma perché affrontiamo una grande squadra. Stiamo avendo infortuni un po’ strani, vedi Musacchio, e siamo sfortunati. Il gruppo però c’è e guardiamo avanti, stringiamo i denti. Niente alibi, vedo tanta coesione e voglia di fare bene insieme”. Interverrà sul mercato il Milan? “Dovete chiederlo a Leonardo e a chi se ne occupa perché lo sanno fare molto bene”. Quanto è stato importante Leo Bonucci per la crescita di Romagnoli. Lo stesso allenatore del Milan cita il difensore ora tornato alla Juve in maniera spontanea: “La sua vicinanza gli ha dato qualcosa, Leo veniva ad allenamento con molte ore di anticipo”.


 Marco Pasotto 

© riproduzione riservata