Gattuso e il Milan del futuro Punta Champions e rinnovo

Sono giorni, forse ore decisive per il futuro di Rino Gattuso da allenatore del Milan. Un matrimonio destinato a continuare, secondo quanto hanno fatto capire tecnico e società, ma ancora in attesa del suo atto ufficiale. “Il rinnovo di Gattuso sarà il nostro regalo nell’uovo di Pasqua”, aveva detto il d.s. Mirabelli due giorni fa, ma se la questione contratto non verrà definita oggi, probabilmente si andrà a dopo Pasqua, perché in mezzo c’è la partitissima con la Juve di sabato sera a Torino. Marco Pasotto, nell’articolo sulla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, approfondisce gli scenari legati alla permanenza di “Ringhio” sulla panchina rossonera, analizzando anche il cambio di passo avvenuto durante la sua gestione.

‘); }

Rino Gattuso, prima stagione da tecnico rossonero. Ansa

Rino Gattuso, prima stagione da tecnico rossonero. Ansa

il salto — Non è soltanto il rendimento della squadra a essere migliorato: i singoli, dopo l’esonero di Montella, hanno dato qualcosa in più. Sono saliti di livello, tra gli altri, Biglia, Calhanoglu, Kessie, Bonucci e Romagnoli, con segni di vita anche da Silva. E se il Milan nel 2018 va forte come e più della Juve per media punti, è pur vero che il test della verità sarà rappresentato dalle prossime sfide coi bianconeri e con l’Inter: da lì passeranno le ambizioni di ricorsa alla Champions.


 Gasport 

© riproduzione riservata