Gattuso: “Mai stati in crisi Calha non è brillantissimo…”

Gennaro Gattuso, 40 anni. Ansa

Gennaro Gattuso, 40 anni. Ansa

‘); }

Gennaro Gattuso va alla sosta con tre vittorie consecutive tra campionato ed Europa League. Una striscia positiva che rilancia le ambizioni del Milan e permette all’allenatore di preparare nelle migliori condizioni possibili il derby in programma alla ripresa (21 ottobre). “Sicuramente le prestazioni non sono mai mancate, mancavano i tre punti – commenta il tecnico rossonero a SkySport -. La partita giocata non perfettamente è stata quella di giovedì (contro l’Olympiacos, n.d.r.), ma dall’inizio di stagione abbiamo giocato un buon calcio. La nostra è una squadra viva, ma prima non era in crisi: il problema era che non riusciva a gestire le partite. Dobbiamo migliorare a livello difensivo”.

Higuain e calhanoglu — Ancora una volta il trascinatore è stato Gonzalo Higuain, protagonista con una doppietta. In ombra invece Hakan Calhanoglu. “Higuain è un campione – continua Gattuso – un grande finalizzatore, un ragazzo che si è messo a disposizione. È esigente, ma si fa voler bene dai suoi compagni e questa è una qualità. Ci manca un po’ Calhanoglu, non è brillantissimo: non appena tornerà ai suoi livelli farà fare tanti gol al Pipita”.


Avanti così — Per ora l’allenatore rossonero non cambia modulo: si va avanti con una punta: “Questa è una squadra deve migliorare a livello difensivo, ma non è una questione di moduli. Dispiace lasciare fuori un ragazzo come Cutrone”, riconosce Gattuso.

verso il derby — Tra due settimane ci sarà Inter-Milan: “Come vivevo il derby? Un disastro… Il derby è importante, partita molto sentita con 80mila tifosi allo stadio. Sono orgoglioso quando i giocatori vanno in nazionale: è giusto che rappresentino i loro paesi. In questo momento recuperiamo un po’ di energia, poi affronteremo il derby contro una squadra forte”, conclude Gattuso.

 Gasport 

© riproduzione riservata