Gattuso: “Orgoglioso dei miei Ma la Champions è difficile”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan. Afp

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan. Afp

‘); }

Gennaro Gattuso, dopo lo 0-0 di San Siro, non può che essere soddisfatto. Non far segnare il Napoli di Sarri non è mica semplice, soprattutto se dietro manca la coppia di difensori centrali titolari Bonucci-Romagnoli… E invece col Napoli finisce 0-0: “Soddisfatto, sì, ed è merito dei ragazzi. Buona interpretazione la nostra, ottima personalità a partire da Gigio Donnarumma. Abbiamo fatto ciò che dovevamo fare: rischiare quando dovevamo rischiare e difenderci quando dovevamo difenderci. Questo incontro ci è servito per alzare l’asticella, abbiamo concesso poco al Napoli, sono orgoglioso della prova dei miei. Zapata e Musacchio avevano giocato solo due volte insieme ma hanno fatto benissimo. Kessie per ora porta la croce e canta pure. Abbiamo un po’ la coperta corta”.

san gigio — San Gigio ha salvato ancora i rossoneri: “Oggi Gigio, più che per la parata – di quelle ne fa tante di solito – mi è piaciuto soprattutto perché ha dato tranquillità al reparto, ha dato fiducia ai suoi compagni e ha fatto ripartire sempre bene l’azione, si riveda la partita, è stato perfetto. Continuiamo il nostro percorso, siamo partiti male e io stesso sono partito male. Abbiamo ancora grandi margini di miglioramento ma la nostra mentalità cresce grazie a partite come questa. La Champions è molto difficile, ci sarà da battagliare anche per qualificarci alla prossima Europa League e poi dovremo affrontare al massimo la finale di Coppa Italia”. Insomma, le motivazioni per affrontare al massimo il finale di stagione non mancano. Ultime battute sul mercato: “Reina? L’ho visto bene, ma io oggi ho Donnarumma che può diventare il portiere più forte del mondo. Se poi dovesse arrivare, accoglierò Reina a braccia aperte”.


 Gasport 

© riproduzione riservata