GP Monza, ecco il poster Drudi: “Omaggio all’Italia”

Angelo Sticchi Damiani, Aldo Drudi e Giuseppe Redaelli con il poster del GP d'Italia

Angelo Sticchi Damiani, Aldo Drudi e Giuseppe Redaelli con il poster del GP d’Italia

‘); }

Dalla vittoria della Ferrari a Silverstone alla presentazione del poster del GP d’Italia avvenuta a Roma presso la sede ACI, primo passo verso l’appuntamento del 2 settembre a Monza. Il nostro Paese è al centro del mondo Formula 1: “Organizzeremo l’evento per il secondo anno consecutivo – spiega Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’Automobile Club d’Italia -. Vogliamo che fruibilità, sicurezza e immagine siano ai massimi livelli, anche in vista del centenario dell’Autodromo di Monza (nel 2022, n.d.r.). Per tutte le iniziative in programma, tra cui la ricostituzione della pista dell’alta velocità, abbiamo bisogno dell’appoggio, del resto sempre avuto, di Governo e Regione, e che sono convinto riceveremo anche da parte del Consorzio del Parco di Monza”.

unione — In pista ci sarà invece bisogno del supporto del pubblico: “L’andamento delle prenotazioni dei biglietti è in linea con quelle dell’anno scorso quando abbiamo raggiunto il numero record di 180 mila presenze nel weekend – spiega Giuseppe Redaelli, Presidente dell’Autodromo –. Ci saranno tifosi di ogni età, quindi al designer Aldo Drudi abbiamo chiesto un poster che unisse tutte le generazioni”. E che grazie agli elementi presenti “quali il verde della vegetazione, il bianco della curva e il rosso della Ferrari – conclude Drudi – vuole essere un omaggio all’Italia”. Che sarà unita a Monza e magari anche a fine stagione perché, chiude Sticchi Damiani, “vogliamo che la Ferrari vinca il Mondiale”.


 Francesco Dragonetti 

© riproduzione riservata