Hamilton: “Sono a posto su una pista per me dura”

Sereno, veloce e soddisfatto del suo lavoro. Lewis Hamilton ha chiuso in testa il venerdì di Sochi e ne ha tratto indicazioni molto confortanti sul rendimento della sua Mercedes: “Sochi è sempre stato uno dei circuiti più difficili per me, soprattutto l’anno scorso e così ci ho messo molto impegno per trovare l’assetto giusto e capire dove poter migliorare: in questo verso è stata una bella giornata, speriamo sia così anche sabato e domenica – dice il leader del mondiale -. Da ogni gara impariamo sempre di più e in particolare gli ultimi GP ci hanno aiutato a capire realmente con quale piede dobbiamo iniziare per il fine settimana. Abbiamo portato più aggiornamenti in questo weekend, c’è tanto lavoro ed è davvero incoraggiante arrivare a un GP, trovare novità, sapere che sei a fine stagione e che si sta già lavorando anche alla macchina del prossimo anno: è una motivazione extra per me a dare il meglio”.

‘); }

bottas — Il suo compagno Bottas è sulla stessa linea. È stata una buona giornata, sulla carta dovremmo essere competitivi, ma è solo venerdì – dice il finlandese -. Il feeling con la vettura è buono, ma c’è ancora tanto lavoro da fare: è molto difficile ottenere un set-up perfetto per ogni curva su questa pista, perché il bilanciamento è così diverso per tutto il giro. Sembra che la Ferrari non abbia mostrato tutto quello che aveva: credo che probabilmente saranno più forti e vicini e dovremo continuare a spingere”.


 Gasport 

© riproduzione riservata