Ibra al Milan? Raiola apre “Oggi c’è una società seria Bisogna capire le condizioni”

Mino Raiola AFP

Mino Raiola AFP

‘); }

Parli di Pogba e vien fuori uno scenario, ti sposti su Balotelli e il futuro ha tutt’altro sapore. Viri su Ibrahimovic? Arriva un’ipotesi clamorosa. Quanta carne al fuoco per Mino Raiola. Intervistato da Rai Sport, il procuratore ha chiarito un po’ di aspetti e disegnato altrettanti futuri. Soprattutto sull’attaccante svedese, oggi ai Los Angeles Galaxy, per cui potrebbe aprirsi un clamoroso ritorno al Milan.

ibra e pogba — “La società prima non esisteva, adesso con Elliot c’è una proprietà seria”, ha subito risposto il procuratore. Che non chiude affatto all’ipotesi rossonera, anzi: “Bisogna capire a quali condizioni lo vorrebbero, Ibra non ha mai chiesto garanzie. Quella squadra gli è rimasta nel cuore”. Garanzie non ne ha chieste neanche Pogba: per l’agente “non è sul mercato”, nonostante sia palese il momento difficile alla corte di Mourinho. In ottica Juve – o Barcellona – nessun’aggiunta.


su balotelli — Il discorso non può non colorarsi di tutte le possibilità davanti a Mario Balotelli: non sarà in questo corso d’ottobre degli azzurri, ma la scelta di restare a Nizza – si sa – è stata ponderata proprio in ottica azzurro. “Se vuole tornare in Italia? A gennaio no, sarebbe troppo presto per farlo – ha precisato l’agente -. Mario ha avuto un po’ d’infortuni, l’importante è che si metta nelle migliori condizioni, poi vedremo a fine anno. Ha rifiutato un contratto importantissimo in Cina per giocare il grande calcio europeo e poi per la Nazionale”. Ora s’attendono solo le prestazioni convincenti.

la juve — La chiosa è totalmente bianconera, perché con la Juve Raiola ha un rapporto importante. Nato con Nedved e proseguito con Pogba. “La questione Marotta ha sorpreso tutti – le sue parole -, lui ha avuto il merito di aver preso una delle peggiori versioni della Juve, facendo crescere la squadra e le persone attorno a lui. Bisogna sempre avere la forza di rinnovare”. Del resto, di cambiamenti – e trasferimenti – Raiola ne sa più di tutti.

 Gasport 

© riproduzione riservata