Il cinema di scoperta e Isabelle Huppert in primo piano al FID di Marsiglia

Tra pochi giorni Marsiglia tornerà al centro del cinema francese e internazionale con la 29° edizione del FID Marseille, International Film Festival di Marsiglia che si svolgerà dal 10 al 16 luglio. Una manifestazione che si caratterizza da anni per la sua carica innovativa, la capacità di presentare le nuove direzioni del cinema, sia in ambito documentario che di finzione. Qualche migliore cornice, quindi, per ospitare il film più discusso e folle dello scorso Festival di Cannes, Diamantino di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, premiato alla Semaine de la Critique.

In omaggio alla tradizione di presentare molte novità, prime mondiali come esordi, al FID si potrà vedere in concorso Roi Soleil di Albert Serra, uno degli autori maggiormente apprezzati dai cinefili del nostro continente, che torna a raccontare il sovrano francese dopo The Death of Luois XVI del 2016, mentre non mancheranno, tra gli altri, Philippe Ramos con Les grands squelettes e Gaetano Liberti con J, una coproduzione bosniaca e italiana.

In programma anche una masterclass con Isabelle Huppert, che sarà onorata con una retrospettiva delle sue opere migliori. Wang Bing, uno dei più interessanti registi cinesi di questi anni, incontrerà il pubblico con una masterclass sulla sua idea di cinema, mentre una retrospettiva, particolarmente attesa, sarà dedicata a Edie Sedgwick e Andy Warhol. Un’occasione per chi si trova da quelle parti in vacanza o ha voglia di scoprire una delle città più dinamiche del nostro mediterraneo, in vera rinascita.

Il programma completo, oltre a ogni altra informazione, lo trovate sul sito ufficiale della manifestazione.