Il Verona cade a Salerno Pari tra Lecce e Cittadella

Jallow esulta dopo il gol. LaPresse

Jallow esulta dopo il gol. LaPresse

‘); }

E alla sesta la capolista cadde. Il sabato di Serie B si porta dietro la prima sconfitta dell’Hellas Verona prima in classifica. La squadra di Grosso perde in casa della Salernitana (1-0): decide la rete di Jallow nella ripresa. Pari beffa per il Lecce che al Via del Mare sfiora vittoria e secondo posto in classifica, ma viene raggiunto dal Cittadella nel secondo tempo: 1-1 il risultato finale con i gol di Mancosu e Strizzolo. Vittoria in rimonta per lo Spezia (2-1) che dopo la rete del Carpi di Okereke, nella seconda frazione ribalta la partita grazie a Galabinov e Maggiore. Alle 18.00 il posticipo del sabato Venezia-Livorno.

salernitana-verona 1-0 — Il Verona domina il primo tempo allo Stadio Arechi. Al 14’ Matos parte in azione personale, entra in area e calcia di sinistro ma Micai è bravo nel riflesso a respingere. Risponde la Salernitana con un bolide di Odjer dalla distanza che finisce fuori di pochissimo. Gli uomini di Grosso ci provano con continuità, ma Micai è sempre attento. Al 68’ arriva la doccia fredda per i veronesi. Triangolo argentino sulla fascia Vuletich-Casasola con quest’ultimo che va al cross, Silvestri si fa scavalcare dal pallone e Jallow inzucca in gol. Gli assalti dell’Hellas sbattono contro Micai che diventa eroico all’84’ quando polverizza un destro a botta sicura di Laribi. La Salernitana sala a 9 punti e si piazza in zona playoff, mentre il Verona resta a 13 e potrebbe essere ora raggiunto dal Benevento e superato dal Pescara.


Lecce-Cittadella 1-1 — Al Via del Mare, il Cittadella parte forte e al 5’ crea la prima occasione con Schenetti, con un tiro dal limite che lambisce il palo. Al 13’, però, è il Lecce a passare in vantaggio. Falco crossa dalla destra, il pallone sbatte sulla mano di Iori e l’arbitro non può che fischiare il calcio di rigore. Dal dischetto Mancuso non sbaglia e sigla il terzo gol in campionato. Al 38’ c’è l’occasione per il raddoppio leccese ancora con Mancuso che con un sinistro da fuori trova pronto Paleari. Al 57’ i granata si rendono pericolosi con un sinistro da fuori di Schenetti ottimamente parato da Vigorito. Al 62’ la palla per il 2-0 capita sui piedi di Palombi che a tu per tu con Paleari si lascia ipnotizzare dal portiere. Un errore pesantissimo visto che all’81’ arriva il pareggio del Cittadella: il neoentrato Strizzolo approfitta di un cross in area e di testa ammutolisce il Via del Mare. Termina 1-1 con il Lecce che si ferma dopo due vittorie e il Cittadella risollevato dopo due k.o. consecutivi.

Spezia-carpi 2-1 — I padroni di casa fanno la partita, trovando sulla loro strada uno straordinario Colombi che alla mezz’ora compie due autentici miracoli su colpo di testa di Okereke e sinistro di Bartolmoei. Ma a sorpresa ad andare in vantaggio è il Carpi. Al 39’ papera incredibile del portiere Manfredini in uscita, per Mokulu è facilissimo il tap-in. Nella ripresa lo Spezia va all’assalto e trova il pareggio al 57’ con Galabinov con un colpo di testa a incrociare perfetto: primo gol con la maglia bianconera per il bulgaro. Il sorpasso Spezia arriva all’85’ con il gioiellino Maggiore che di testa approfitta di una sponda di Okereke.

 Gasport 

© riproduzione riservata