Immobile rilancia la Lazio La Viola non morde: è 1-0

Immobile a segno dopo 37’ all’Olimpico. Ansa

Immobile a segno dopo 37’ all’Olimpico. Ansa

‘); }

La Lazio può tornare a sorridere. Dopo i k.o. nel derby e con l’Eintracht in Europa League la squadra di Inzaghi riassapora la vittoria contro la Fiorentina e sorpassa i viola in classifica. Il quinto gol in campionato di Immobile apre la strada per i tre punti che però restano in bilico sino alla fine. La formazione di Pioli tenta con tenacia di portare via punti dall’Olimpico ma viene tradita anche da tanta imprecisione e frenesia nella scia di una serie negativa fuori casa (un solo punto in quattro gare).

IMMOBILE SFATA IL TABU’ — Inzaghi recupera Radu dopo cinque gare. Oltre al romeno in difesa torna Wallace dal primo minuto. In avanti Caicedo preferito a Luis Alberto per affiancare Immobile. Pioli conferma in blocco la formazione che si è imposta sull’Atalanta. Lazio subito all’arrembaggio. Al primo minuto, azione in velocita: conclude Parolo, di poco a lato. Al 4’ replica della Fiorentina: insidioso tocco a rete di Pjaca deviato da Radu in angolo. Gara a tutto campo, a gran ritmo. Lazio maggiormente protesa all’attacco, Fiorentina più guardinga e in sofferenza sul pressing avversario. Al 24’,colpo di testa di Caicedo che va fuori. Al 27’ rischia grosso la Lazio: incredibile svarione difensivo di Wallace, Strakosha rimedia su Benassi. Sul ribaltamento di fronte, ginocchiata su Lafont su Leiva nella trequarti. Proteste laziali ma per Orsato è tutto regolare. È ancora la Fiorentina a impensierire Strakosha, pronto alla parata su Simeone. Gara molto accesa. Al 36’ Immobile sblocca il risultato: zampata per chiudere a rete un corner di Leiva smistato di testa da Radu. Primo gol del bomber in nove gare contro i viola. Al 43’ punizione di Leiva respinta da Lafont, sulla ribattuta cerca di concludere Caicedo, contrastato da Gerson, ma il portiere viola si salva. Al 44’, Fiorentina all’attacco: dubbi su un intervento in area di Acerbi su Simeone.


MURO LAZIALE — Avvio di ripresa in linea con l’intensità del primo tempo. Pioli riparte con Fernandes al posto di Benassi. Al 7’ Inzaghi sostituisce Caicedo con Correa. Al 10’ Strakosha respinge su tentativo di Biraghi. Un minuto dopo assalto con Milenkovic: fuori bersaglio. Al 12’ esce Wallace ed entra Luiz Felipe per arginare Chiesa. Al 19’ arriva anche il secondo cambio dei viola: Gerson fa posto a Eysseric. Al 25’ Correa lanciato a rete viene fermato da Vitor Hugo (ammonito). La formazione di Pioli insiste in fase offensiva a caccia del pareggio. Al 35’ ultima sostituzione per la Fiorentina: Sottil subentra a Pjaca. Al 36’ incursione di Lulic: Lafont si oppone. Viola all’assalto, biancocelesti in grande affanno. Al 39’ Strakoska para su Chiesa. Al 40’ applausi per Immobile, sostituito da Berisha. Si fa largo pericolosamente in area Sottil: risolve Radu. Strakosha neutralizza su Eysseric. Come Lafont subito dopo su Correa: vola il portiere e devia in nagolo. Ma è la Lazio a rischiare ancora di subire il gol: Acerbi salva su Fernandes. E Inzaghi può intascare i tre punti dopo tanta sofferenza.

 Nicola Berardino 

© riproduzione riservata