In attacco c’è solo Dzeko E centrocampisti nel mirino

Giocatori sopravvalutati? O, semplicemente, grande occasione persa per la sfortuna? Il giorno dopo i quattro schiaffi di Barcellona – nel risultato, non nel gioco – i tifosi della Roma si interrogano sul futuro. Perché al Camp Nou la squadra ha giocato praticamente alla pari con il Barça ma, al contrario dei fenomeni catalani, è stata incapace di capitalizzare le occasioni avute. Pallotta parla di sfortuna, e sicuramente c’è stata, così come sono stati evidenti gli errori dell’arbitro, che hanno influito sul risultato, ma nella partita più difficile dell’anno la Roma si è scoperta con un centrocampo in crisi e, ancora una volta, aggrappata a Dzeko.

‘); }

Edin Dzeko, 32 anni.

Edin Dzeko, 32 anni.

solo edin — L’uomo che a gennaio doveva essere venduto è a 19 gol stagionali, di cui 5 in Champions (mai nessun romanista ne aveva fatti tanti) e 6 nelle ultime 9 giocate. Se la Roma ha ancora un minima possibilità di arrivare tra le prime quattro d’Europa e in campionato è terza è grazie a lui, due reti e un assist nelle prime tre sfide a eliminazione diretta e un gol decisivo a Bologna. Il resto dell’attacco soffre: Schick è ormai un caso e in Champions non ha mai giocato, Defrel e Perotti ieri si sono divorati due gol, El Shaarawy è partito dalla panchina e Ünder è infortunato. Quindi, contro la Fiorentina, toccherà ancora una volta a Dzeko fare il salvatore della patria. CENTROCAMPO OUT — Il turco difficilmente recupererà, così come Nainggolan, che oggi ha fatto ancora differenziato. Il centrocampo si reggerà ancora su De Rossi e Strootman, tra i peggiori ieri e, insieme a Gonalons, tra i più accusati dai tifosi tra radio e social. In tanto chiedono a Monchi uno o due acquisti di peso in mezzo al campo per il prossimo anno e magari anche di questo il direttore sportivo parlerà con il presidente Pallotta, atteso a Roma nelle prossime ore. Di certo, i romanisti chiedono che De Rossi a 35 anni non sia costretto a giocare sempre, chiedono un’alternativa più credibile dell’attuale Gonalons e si chiedono se Strootman valga davvero i 45 milioni della clausola. E la sensazione è che l’olandese sia non più intoccabile. Per i tifosi e non solo.


 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata