Indy, Alonso ci riprova Farà ancora la 500 Miglia

Alonso in un test per la 500 Miglia Indy

Alonso in un test per la 500 Miglia Indy

‘); }

Assalto alla 500 Miglia: Alonso e la McLaren ci riprovano. Il team inglese ha infatti annunciato che disputerà l’edizione n.103 della celebre corsa di Indianapolis con Fernando Alonso, mentre lo spagnolo cercherà di completare così l’ultima tappa della “Triple Crown” del motorsport dopo le vittorie al GP di Monaco (2006 e 2007) e alla 24 Ore di Le Mans (2018).

opportunità — Dopo aver confermato ad agosto che non avrebbe corso nel mondiale 2019 di F.1 Alonso sta quindi delineando la sua agenda di eventi per il prossimo anno che include anche la Indy 500, che aveva già disputato nel 2017 con la McLaren. La McLaren, da parte sua, voleva tornare nel catino dell’Indiana nonostante avesse escluso un programma IndyCar per l’intera stagione: gareggerà sotto le sembianze di “McLaren Racing”. “Ho chiarito già da tempo il mio desiderio di realizzare la Triple Crown – dice Alonso – e ho avuto un’esperienza incredibile a Indianapolis nel 2017. Sapevo che se c’era l’opportunità dovevo tornare e sono particolarmente felice di farlo ancora con la McLaren: sono contento che abbiano deciso di andare avanti. È una gara difficile, sarà una grande sfida, ma siamo piloti ed è per questo che corriamo”.


zak brown — Il Ceo della McLaren, Zak Brown, commenta così la decisione: “Ci godiamo il ritorno a Indy, dove la McLaren ha un lungo e ricco rapporto con la 500 di Indianapolis ed è un affare ancora aperto per noi e Fernando. È una grande sfida, abbiamo il massimo rispetto per la gara e per i nostri concorrenti, quindi non ci facciamo illusioni, ma la McLaren e Alonso saranno in prima fila”.

 Gasport 

© riproduzione riservata