Inzaghi: “Vittoria chiave” Oddo: “Ha deciso l’arbitro…”

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi e l'allenatore dell'Udinese Massimo Oddo. LaPresse

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi e l’allenatore dell’Udinese Massimo Oddo. LaPresse

‘); }

“E’ stata una vittoria fondamentale”, comincia da qui l’analisi del tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, dopo la vittoria di Udine. E mentre l’allenatore biancoceleste ha parole di elogio per i suoi, “sono stati tutti veramente molto bravi: dovevamo vincere e lo abbiamo fatto alla grande”, il suo collega Massimo Oddo mette nel mirino l’arbitro Rocchi: “Il risultato di questa partita è stato deciso dall’arbitro”, l’accusa del tecnico dell’Udinese.

qui lazio — “Era una partita da vincere, molto importante per noi – è il commento di Inzaghi a Premium Sport -. Siamo stati bravi, perché pur prendendo un gol a freddo siamo stati lucidi nel continuare a seguire le idee di gioco in cui crediamo. Siamo rimasti sempre in partita, anche se dal prossimo match preferisco partire in vantaggio anziché dover rincorrere. I ragazzi sono stati tutti bravi, si sono sacrificati tutti nonostante avessi sbilanciato offensivamente la squadra: questo modulo con questi giocatori può essere replicato anche in futuro”. E poi sottolinea: “Noi favoriti per il derby? Ora la testa è a Salisburgo: non sarà facile, troveremo una squadra preparata, che corre molto e dovremo essere concentrati. Da venerdì, solo da venerdì, ci prepareremo per il derby. Luis Alberto? È già un top player, uno di quelli che spostano le partite con una giocata: se lo merita, perché ha lavorato bene fin dal ritiro”.


qui udinese — “Non credo che la Lazio abbia vinto con semplicità: ha fatto fatica e anche tanto – è il commento nel dopopartita di Oddo a Premium Sport -. I miei ragazzi hanno fatto bene, e se non fosse per la sconfitta che si somma alle altre sarei contento. La partita, purtroppo, è stata decisa dall’arbitro, anche se sul piano del gioco l’episodio del pareggio non ci ha condizionato siamo stati sempre in partita. Preferirei non commentare più di tanto l’operato arbitrale, si rischiano delle squalifiche: dico solo che non ce l’ho col Var, ce l’ho con Rocchi che non può non vedere un fallo evidente come quello di Marusic. Gli arbitri possono sbagliare, sono umani, ma quando vai a parlarci e minacciano di cacciarti dal campo non va bene, evidentemente reagiscono così perché sono in malafede. Io sono una persona perbene e quando sbaglio ammetto i miei errori, ma non è così per tutti”.

 Gasport 

© riproduzione riservata