Jazz show: battuti i Celtics. Embiid trascina i Sixers

NEW YORK – Nessun italiano in campo in una notte Nba che ha nei Jazz e in Joel Embiid i protagonisti. Si comincia da Salt Lake City dove la franchigia di Utah batte Boston in un match condotto a lungo senza problemi, prima di subire la rimonta (incompiuta) dei Celtics, alla fine battuti per 123-115. Joe Ingles fa la differenza per i padroni di casa con i suoi 27 punti, ma anche 7 assist e 5 rimbalzi. In doppia cifra anche Mitchell (21), Crowder (20), Gobert (17 e 15 rimbalzi), Rubio (17) e Favors (14). Agli ospiti non bastano i 22 di Rozier e i 21 di Tatum. Serve un supplementare a Philadelphia per piegare Charlotte, ma soprattutto c’è bisogno dell’ottima prestazione di Joel Embiid che mette a referto 42 punti, 18 rimbalzi e 4 assist. Importante anche il contributo di Simmons (22), Saric (18) e Redick (17), ma è stata dura piegare gli Hornets, trascinati da Kemba Walker che fa registrare al suo attivo 30 punti, 9 assist e 7 rimbalzi.

Nelle altre gare vittorie per Orlando Magic (117-108 sui Washington Wizards con 21 punti e 14 rimbalzi per Nikola Vukovic), Detroit Pistons (124-109 contro Atlanta Hawks, 23 punti e 11 rimbalzi per Drummond), Indiana Pacers (110-102 su Miami Heat, 22 per Oladipo), Brooklyn Nets (112-110 ai Denver Nuggets a cui non bastano i 37 punti e 21 rimbalzi di Nikola Jokic) e Sacramento Kings che batte 121-110 i Minnesota Timberwolves, nonostante tra gli ospiti brilli Karl-Anthony Towns che mette a referto 39 punti e 19 rimbalzi. (in collaborazione con Italpress)