Juve, superata la prova del 9 Nessuno come lei in Europa

La Juventus esulta dopo un gol allo Young Boys. Getty Images

La Juventus esulta dopo un gol allo Young Boys. Getty Images

‘); }

Al momento in Europa non esiste creatura più mostruosa: la Signora se la spassa mentre domina, terrorizza, fa razzia di vittorie. Numeri alla mano, la Juve è l’unica nei grandi campionati a non aver lasciato nemmeno una briciola a tavola. Allegri adesso punta al ciclo di 13 successi iniziali di fila del Milan ‘92-’93 e per ora ha superato la prova del 9. Come? Con 9 mostruose certezze.

1) CAFFEINA RONALDOConta l’effetto eccitante più che il numero di gol: Cristiano Ronaldo è la caffeina che ha destato la Signora da ogni rischio sonno dopo sette anni di fatiche. Col portoghese è vietato addormentarsi: i tifosi sono in perenne eccitazione, i compagni in tensione. E i gol? Per ora sono appena tre, ma è consigliabile evitare scommesse contro: cresceranno, pure parecchio.


2) GIOSTRA DEL GOLC’è sempre un eroe, più o meno inatteso, che pianta la spada. Una volta Berna mette il fisico, un’altra Mandzu usa la testa, un’altra ancora Dybala fa qualcosa di sinistro: la Juve è un grande Luna Park, il gol una giostra su cui si sale a turno.

3) RIVOLTA PERMANENTE“La chiave è la semplicità”, cinguetta Allegri dopo la Champions. Curioso: proprio lui, teorico della rivoluzione permanente. Sembra aver scelto la difesa a 4, poi ritira fuori dall’armadio i 3 centrali, usa Bernardeschi come passepartout, compone e scompone l’attacco. E alla fine il risultato non cambia: semplice, no?

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA GAZZETTA DI OGGI IN EDICOLA

 Bianchin e Conticello 

© riproduzione riservata