Kevin Bacon e David Koepp tornano all’horror con You Should Have Left

A

Nel 1999 lo sceneggiatore e regista David Koepp ci aveva regalato un piccolo gioiello dell’orrore con Echi mortali, che vedeva protagonista Kevin Bacon impegnato a scoprire la verità sul fantasma di una ragazza che aveva visto dopo essere stato ipnotizzato. Il film era tratto dall’opera letteraria del maestro del genere Richard Matheson, l’autore di Io sono leggenda tanto per intenderci…

Adesso Koepp e Bacon riproveranno a confrontarsi con l’horror grazie a You Should Have Left, tratto dall’omonimo romanzo scritto da Daniel Kehlmann. Alla produzione troviamo la specializzata Blumhouse del genio di Jason Blum, quello che ci ha regalato negli ultimi anni film di altissima quaità come Split e Get Out, tanto per citare i titoli più conosciuti. 

Al centro della vicenda del libro c’è uno sceneggiatore che si rintana con la sua famiglia in una casa remota nelle Alpi, poiché deve scrivere Marriage, il sequel del suo grande successo. Il confronto con la pagina bianca e strani episodi che iniziano ad accadere intorno a lui precipitano lo scrittore in un incubo nerissimo. Il libro è narrato sotto forma di diario dal punto di vista del protagonista. Echi dello Shining di Stephen King in questa trama? Oseremmo dire non pochi…

Tra le sceneggiature più importanti scritte da David Koepp in carriera vogliamo citare un capolavoro come Carlito’s Way e due successi enormi come Jurassic Park e il primo Spider-Man di Sam Raimi. E Kevin Bacon invece? Ecco un titolo che vale una carriera: Mystic River di Clint Eastwood, dove a nostro avviso l’attore era addirittura più doloroso e incisivo di Sean Penn e Tim Robbins, entrambi premiati con l’Oscar.