L’aneddoto di Klopp: «Insigne e quel gol che rividi col custode del San Paolo»

ROMA – Jurgen Klopp non si fida del Napoli. L’allenatore del Liverpool, nella conferenza stampa di vigilia della sfida di Champions League in programma domani al San Paolo, ha voluto mettere subito le cose in chiaro. “Carlo Ancelotti mi piace molto – ha ammesso – lo rispetto, ha allenato grandi. Ma anche io ho tanta esperienza e noi dobbiamo pensare alla partita in uno stadio con un’atmosfera incredibile e dobbiamo solo pensare a scendere bene in campo e fare una buona partita”. Intanto Insigne vorrebbe ripetersi con un gol cosi’ come successe quando Klopp era allenatore del Borussia Dortmund. “Ricordo quel gol – ha aggiunto il tedesco – lui è un giocatore eccezionale, lo sappiamo. Il mio cervello pero’ rimuove le cose negative. Lui è forte, ma il Napoli ha tanti giocatori forti, è organizzato, è forte in velocità, nei dribbling, ma siamo preparati ad una gara difficile“.

IL RICORDO DEL SAN PAOLO – Klopp ha un ricordo simpatico del San Paolo. “Ricordo la panchina, la vidi col custode dello stadio nella ripresa, spero sia ancora qui. Lui non parlava inglese o tedesco, io non parlavo italiano ma fu un’esperienza interessante. Mi portò due giornate di squalifica, ma molto è cambiato da allora, mi è servita da lezione, finì in tribuna e non fu una buona idea perché i tifosi del Napoli non mi dicevano di certo belle cose e fini’ col custode”. Le tifoserie delle squadre allenate da Klopp sono sempre molto calde. Domani il San Paolo di sicuro farà di tutto per annullare il gap con il Liverpool. “Ho allenato anche il Mainz che pure ha una tifoseria appassionata, ovviamente è importante ma non vedo grande gap tra noi ed il Napoli, poi è chiaro che l’atmosfera ti carica ma chi gioca fuori casa non è condizionato anche se siamo coscienti di cosa ci sarà domani”. Napoli e Liverpool si sono già incontrate ad agosto per un test amichevole vinto dai Reds. Si rischia di sottovalutare gli azzurri dopo quel risultato. Ma Klopp non è d’accordo. “Fu solo un’amichevole in un bel posto.Segnammo su tutti i tiri fatti, il Napoli invece no pur avendo occasioni, anzi fece gol ma fu annullato per un fuorigioco che non c’era”. (Ha collaborato Italpress)