Lautaro, un gol alla Icardi “Sto vivendo un sogno”

Lautaro Martinez, 21 anni. Getty Images

Lautaro Martinez, 21 anni. Getty Images

‘); }

Il primo gol in Serie A Lautaro Martinez lo ha segnato con un colpo alla Icardi. Da centravanti vero. Il momento più dolce della sua serata da titolare a San Siro è arrivato dopo pochi minuti della partita con il Cagliari, appena dodici. L’argentino si è avventato su un pallone messo al centro dell’area da Dalbert, arrivando a sovrastare Andreolli e Klavan, e di testa ha fatto centro. L’incornata del Toro. Istinto, forza fisica, tecnica: c’è di tutto. Lo aveva detto Spalletti ieri: “Lautaro ha nel Dna la possibilità di essere il terminale offensivo dell’Inter”. La dimostrazione c’è stata stasera quando i tifosi nerazzurri hanno potuto rivedere l’attaccante che aveva impressionato durante il precampionato: solo applausi per Lautaro, non solo per la rete segnata.

risposte — “Dico sempre che viene prima il gruppo, ma sono davvero felice per questo gol. Lo dedico alla mia famiglia, a tutti quelli che sono venuti e a tutti quelli che hanno reso possibile che io sia qui. È un sogno”, ha detto Martinez a Dazn nell’intervista dell’intervallo. La sua è una risposta indiretta anche ai maligni dei social network che avevano cominciato a definirlo un flop come Gabigol. È bastata una partita da titolare al Meazza (e almeno sessanta minuti da applausi) per far capire che il Toro è di un’altra pasta. E ora che si è lasciato alle spalle i problemi al polpaccio sinistro vuole continuare a essere protagonista con l’Inter e con l’Argentina. Insieme a Icardi, amico e suo capitano: il c.t. Scaloni li ha convocati entrambi per le amichevoli contro Iraq e Brasile. Intanto se li godono i tifosi interisti, ingolositi da una coppia che fa sognare.


 Gasport 

© riproduzione riservata