Lazio, paura Benevento Poi però stravince 6-2

Ciro Immobile ha firmato una doppietta contro il Benevento. Lapresse

Ciro Immobile ha firmato una doppietta contro il Benevento. Lapresse

‘); }

Altalena di emozioni all’Olimpico. Uno stoico Benevento gioca in dieci quasi tutta la partita, va sotto, la ribalta e poi si arrende alla superiorità della Lazio e a un super Ciro Immobile, autore di una doppietta, che sale a quota 26 gol in campionato e risponde alle due reti di Icardi contro il Verona. Il resto lo fanno Caicedo, De Vrij e Lucas Leiva. Per i bianconcelesti vittoria e sorrisi ritrovati dopo un k.o. e due pari e rincorsa ripresa alla zona Champions.

il rosso della svolta — Inzaghi con Felipe Anderson alle spalle di Immobile, ma è subito il Benevento a essere pericoloso. Lombardi spaventa subito la Lazio con un destro a incrociare di poco fuori, ma la svolta arriva già al minuto 8: Immobile si invola e Puggioni tocca con le mani fuori dall’area. Cartellino rosso, Benevento in dieci e Brignoli in porta al posto di Iemmello. La Lazio aumenta il ritmo e trova subito il vantaggio con il solito Immobile che, servito sul filo del fuorigioco da Felipe Anderson, si trova a tu per tu con il portiere giallorosso e lo infila.


rimonta giallorossa — La reazione del Benevento non si fa attendere. La Lazio abbassa il baricentro e concede un calcio di punizione al limite dell’area. Calcia Cataldi (cresciuto nel vivaio biancoceleste) che infila sul primo palo, non esulta e chiede scusa ai tifosi laziali. In avvio di ripresa Inzaghi prova a cambiare: dentro Caicedo per Bastos. Ma il copione non cambia. La Lazio è distratta e Guilherme la punisce: Lombardi va in fuga sulla destra, arriva sul fondo e mette in mezzo; il brasiliano arriva in corsa e di destro fredda Strakosha per l’inaspettato vantaggio giallorosso.

replica biancoceleste — Vantaggio che, però, dura davvero poco. Luis Alberto si inventa un pallonetto perfetto a saltare la difesa e serve in area Caicedo: il centravanti ecuadoriano controlla e con un sinistro a fil di palo realizza il 2-2. A completare la nuova rimonta ci pensa De Vrij al 67′ con un gran colpo di testa sul calcio d’angolo battuto da Luis Alberto. Il sigillo tre minuti più tardi ancora con Immobile che raccoglie un rinvio sbagliato di Brignoli, entra in area e di destro non sbaglia. Nel finale ci mette la firma anche Lucas Leiva con un capolavoro da fuori area. Al 90′ rigore per la Lazio: Luis Alberto la chiude sul 6-2.

 Nicola Berardino 

© riproduzione riservata