LeBron James supera Jordan, 867 volte in doppia cifra

NBA
LeBron James supera Jordan, 867 volte in doppia cifra
© AP

Cleveland supera Pelicans e festeggia il suo Re. Houston vince in rimonta, OKC cade ancora una volta in volata.

ROMA – Nella notte NBA LeBron James supera Michael Jordan allungando a 867 la striscia di partite chiuse con più di 10 punti. Contro i Pelicans, il Re chiude con 27 punti, 9 rimbalzi e 11 assist e spinge al successo i Cavs che a metà terzo quarto sono a -12. Love è ancora lontano dalla forma migliore (8 punti e 0/6 dall’arco), molto bene Clarkson (23 punti e 4/4 dall’arco) mentre New Orleans ci prova con Davis (16 punti e 8 rimbalzi) ma si arrende nel finale. Dopo la sconfitta in volata con Boston, OKC perde un’altra partita all’overtime cedendo 125-126 a Denver. I Thunder rimontano nel finale ma poi cadono per mano di Millsap (36 punti, 9 rimbalzi) e Jokic (23 punti, 16 rimbalzi). Per OKC, non basta Westbrook (33 punti e 13 assist) e così arriva la terza sconfitta di fila.

CLIPPERS KO – Danilo Gallinari torna in campo (11 punti in 25’) ma non evita la sconfitta che potrebbe costare ai Clippers l’accesso ai playoff (105-96). Alla fine vince Portland, che segna 38 punti nel secondo quarto: il migliore è Nurkic (21 punti, 12 rimbalzi), discreti Lillard (17 punti e 11 assist) e McCollum (13). I Rockets continuano a vincere, 104-103 sui Suns. Houston scivola a -21 nel terzo quarto ma poi rimonta e la vince con la tripla sulla sirena di Gerald Green (15 punti). Nonostante l’assenza di Embiid, i Sixers si impongono 101-91 su Atlanta prendendo il largo nel secondo tempo. Tripla doppia per Simmons (13 punti, 12 rimbalzi e 11 assist), Belinelli chiude in doppia cifra (11) ma tirando 1/8 dall’arco. I Bulls superano 90-82 i Magic e interrompono a sette la striscia negativa. I migliori sono Markkanen e Kilpatrick, entrambi con 13 punti. I Bucks passano allo Staples Center dopo un overtime (122-124): i Lakers rimontano 21 punti nel secondo tempo ma al supplementare la differenza la fa Bledsoe, che segna 11 punti (39 alla fine) e la chiude insieme ad Antetokounmpo (27 punti, 16 rimbalzi).