Lewis: “Non ho già vinto Ma il vantaggio è un sogno”

Lewis Hamilton (al centro) trascinatore Mercedes. Getty

Lewis Hamilton (al centro) trascinatore Mercedes. Getty

‘); }

Un vantaggio da sogno, sapendo bene che non è ancora finita. Lewis Hamilton si gode i 24 punti che nelle ultime due gare è riuscito a racimolare nei confronti di Sebastian Vettel e della Ferrari. Il campione del mondo della Mercedes ha impresso un’accelerazione paurosa dopo il secondo posto di Silverstone, quando il tedesco, vincendo davanti al pubblico inglese, aveva preso un break di vantaggio. Ma a Hockenheim e Budapest Lewis ha fatto la differenza, vincendo e staccando prepotentemente il rivale, che col ritiro in Germania ora deve inseguire. Pur avendo in mano, lo riconoscono tutti, la macchina globalmente migliore.

spinta — “Avrei solo potuto sognare di essere in questa posizione di classifica in questo momento – ha detto a Formula1.com – anche considerando tutti i fattori e le semplici prestazioni paragonate alla Ferrari. Sono davvero contento perché la doppia vittoria sarà una spinta duratura per il team, un incoraggiamento per tutti e quindi questa pausa mi esalta”.
tornare più forti — Alla ripresa ci saranno il GP del Belgio e poi Monza: “Di solito nelle seconde parti di stagione per noi è sempre meglio – ha detto – ci prepariamo per tornare ancora più forti se possibile”. E le statistiche danno ragione a Lewis: l’anno scorso, dopo la pausa estiva, Hamilton vinse 5 delle 6 gare in calendario. “Abbiamo però tanto lavoro da fare e tanto da migliorare. Dobbiamo provare a prendere la Ferrari e migliorare il nostro pacchetto per fare risultato quando loro non ci riusciranno. Ci sono ancora 9 gare e non c’è un momento in cui si possa dire di aver già vinto il titolo. Bisogna continuare a tenere alta la pressione e la concentrazione, sappiamo come si lavora e il morale è altissimo”.


 Gasport 

© riproduzione riservata