Libere2, Hamilton fa paura Vettel fatica ed è solo 3°

‘); }

Fare previsioni è alquanto rischioso, ma appare francamente improbabile che sabato mattina all’ora di colazione (via alle 8) la Ferrari possa festeggiare la pole position. Se con le gomme soffici Vettel è rimasto ragionevolmente vicino a Hamilton, distacco poco superiore ai 3 decimi, quando si è passato alla simulazione di qualifica il quadro è decisamente peggiorato al punto che il tedesco nel suo miglior giro, il primo, non è riuscito a migliorare la prestazione ottenuta dal rivale con le gomme più dure, fermandosi a oltre un decimo. Un divario accumulato tutto nel terzo settore, il più breve caratterizzato dalla chicane che immette sul traguardo. E’ lì che le rosse, in inserimento, sono apparse più in difficoltà.

frecce d’argento — Via libera dunque alle Frecce d’Argento con Hamilton che è risultato il più rapido nel primo settore, quelle della affascinante sequenza di esse, e in quello conclusivo; mentre Bottas è stato il più efficace nel tratto caratterizzato dal passaggio sotto il ponte e dalla curva Spoon. Hamilton ha comunque preceduto il compagno di quasi mezzo secondo.


che divario — Pesante il divario sul giro secco di Vettel che ha rimediato oltre otto decimi, mentre Raikkonen, che nel giro veloci ha sbagliato la frenata alla chicane, è finito in mezzo alle Red Bull di Verstappen e Ricciardo. Max e Daniel in particolare sono andati discretamente forte con le super soffici però, nel momento in cui avevano montato le soft si trovavano parecchio in ritardo, oltre un secondo dai migliori. Brillante la prestazione di Ocon, il migliore degli altri, settimo, davanti a Grosjean, Ericsson, Hartley e Perez. Gasly, sul quale si fondano le speranze della Honda di fare una discreta gara, è rimasto quasi l’intera sessione ai box per un problema a un sensore e ha chiuso con il 13° tempo.

gran ritmo — E il ritmo di gara? Divario più contenuto tra i big anche se Lewis ha stupito per il ritmo tenuto con le gomme supersoft. Per la pole c’è l’incognita maltempo: sinora le previsioni che prevedevano già pioggia in questo venerdì non si sono rivelate azzeccate, domani chissà…

Dal nostro inviato Andrea Cremonesi 

© riproduzione riservata