Liverpool-City 3-0: Salah scatenato, Klopp schianta Guardiola

Champions League
Liverpool-City 3-0: Salah scatenato, Klopp schianta Guardiola
© EPA

L’ex giallorosso firma un gol e un assist ma deve uscire nella ripresa per infortunio

ROMA – Dopo il 4-3 di gennaio, ci si aspettava un’altra gara ad alto tasso di spettacolarità e l’andata dei quarti non ha tradito le attese anche se il divertimento è stato tutto a senso unico. Con un primo tempo da mandare a memoria per i tifosi dei Reds, il Liverpool schianta 3-0 un Manchester City irriconoscibile e ipoteca la semifinale. Klopp si conferma bestia nera di Guardiola con la settima vittoria in 13 duelli. L’unica nota negativa è l’infortunio a inizio ripresa del mattatore del match Salah che potrebbe non esserci nella gara di ritorno all’Al-Ittihad.

SHOW NEL 1° TEMPO – Al 12′ i Reds sbloccano subito il risultato con una ripartenza folgorante: Salah scatta in posizione sospetta di fuorigioco e serve Firmino che con una magia di tacco si libera per il tiro. Ederson respinge ma la palla finisce nella disponibilità dell’attaccante brasiliano che apparecchia la rete a porta vuota di Salah, autore del 38° gol stagionale. Passano 2 minuti ed è sempre su una transizione alla velocità della luce che si materializza la prima occasione ospite: Sanè arriva al limite dell’area, decide di non appoggiarsi a un compagno e scarica il sinistro sul fondo. Il cinismo del Liverpool però è devastante e la conferma arriva al 20′: Oxlade-Chamberlain raccoglie palla sui 25 metri e senza pensarci un istante inventa un missile terra-aria che non lascia scampo a Ederson. La festa dei Reds non conosce soluzione di continuità e conosce il terzo capitolo al 31′: il protagonista è ancora Salah che prima si fa respingere il tiro dalla difesa, poi pennella da destra per il colpo di testa di Mané che non può esimersi dal calare il tris.

Liverpool-Manchester City 3-0, cronaca, tabellino e statistiche

REAZIONE FLEBILE – Un problema agli adduttori toglie dalla partita Salah al 53′, al suo posto dentro Wijnaldum. La difesa del Liverpool regge anche nella ripresa nonostante le assenze di Matip, Gomez e Klavan. Il City è molto più intenso rispetto alla prima frazione ma fatica a trasformare la pressione in chiare occasioni da gol. Al 72′ si riaffaccia in attacco la squadra di Klopp: Solanke tenta di servire Mané in mezzo all’area ma Walker riesce ad anticipare l’attaccante con un intervento provvidenziale. All’84’ il City accarezza l’idea di riaprire la qualificazione ma il gol di Gabriel Jesus viene annullato per la posizione irregolare in partenza di Sané, autore dell’assist. Il 3-0 si conferma inscalfibile negli ultimi minuti, a Guardiola servirà una rimonta storia per guadagnarsi l’invito per la semifinale.