Maksimovic ferma la Viola Punta la “sua” Stella Rossa

Nikola Maksimovic, difensore del Napoli. Afp

Nikola Maksimovic, difensore del Napoli. Afp

‘); }

Nel mandare in archivio la vittoria sulla Fiorentina, Carlo Ancelotti ha sottolineato l’importanza di non aver preso gol per la prima volta in questa stagione. Merito dell’approccio della sua squadra, finalmente in grado di calarsi subito nel clima partita. Un clima caldo, ma solo a livello ambientale, mentre sarà bollente quello del Marakanà di Belgrado dove potrebbe essere riproposto Maksimovic. Il serbo ha ben figurato contro la Viola: “Siamo contenti per il successo, abbiamo meritato di vincere. Tutta la squadra ha dato qualcosa in più rispetto a Genova. Abbiamo preparato tatticamente bene la gara. Ringrazio Ancelotti per aver giocato titolare. Sono stato allo Spartak e quindi sono passati dieci mesi dall’ultima uscita da titolare con il Napoli”.

TIFOSO — Ora Maksimovic non intende più fermarsi e spera di giocare il suo personalissimo derby: “Ho giocato un anno e mezzo nella Stella Rossa, ero tifoso da piccolo di quei colori. Lì c’è un’atmosfera simile a Napoli. Sicuramente lo stadio sarà pieno ma noi siamo favoriti. Dobbiamo iniziare bene la Champions”.


 Gianluca Monti 

© riproduzione riservata