Mario Rui: 1° giallo severo E’ regolare il gol di Fazio

La rete di Fazio all’Olimpico. Lapresse

La rete di Fazio all’Olimpico. Lapresse

‘); }

Settima giornata: tre anticipi nel sabato di serie A. Nel derby 3-1 della Roma contro la Lazio, stesso risultato per la Juve nello scontro diretto con il Napoli a Torino e infine successo dell’Inter per 2-0 contro il Cagliari. Questi gli episodi da moviola:

ROMA – LAZIO


Derby incredibilmente sereno, partita senza episodi clamorosi né di difficile valutazione, salvo la rete del 3-1 romanista, al 42’ del secondo tempo, realizzata da Fazio in posizione dubbia. Sfruttando le immagini in 3D la Var chiarisce che il difensore argentino era perfettamente in linea con i colleghi biancocelesti. Il gol è regolare, bravo l’assistente Di Liberatore a non alzare la bandierina. E bravo il direttore di gara Rocchi ad ammonire solo quando il livello di tensione della gara rischia di salire. In dieci minuti, dal 12’ al 21’ della ripresa, Rocchi mostra il cartellino giallo tre volte a Olsen, Dzeko e Pellegrini. Al 25’, arriva anche il primo ammonito per i biancocelesti: giallo per Badelj che atterra Pellegrini ai limiti dell’area di rigore. Intervento da cui nasce la punizione vincente di Kolarov per l’immediato 2-1 dei giallorossi.

JUVENTUS-NAPOLI

Partita ricca di episodi controversi, non tutte le decisioni di Banti convincono. La prima al 23’: Chiellini merita il giallo per un mani chiaramente volontario. Un minuto dopo, il metro è diverso: fallo di Mario Rui su Pjanic, il portoghese tocca prima il pallone poi non può evitare l’impatto con il bosniaco, Banti stavolta è severo e lo ammonisce. Al 41’ Albiol a contatto con Chiellini in area: il braccio del difensore del Napoli è al limite, ma è giusto lasciar correre. Al 13’ della ripresa, sciocchezza di Mario Rui, che interviene col piede a martello su Dybala: doveva ricordarsi di essere già ammonito (anche se ingiustamente), il rosso a quel punto è inevitabile.Nel parapiglia che si scatena, Bonucci appoggia la testa sulla fronte di Allan e viene giustamente ammonito. Al 40’ giallo per Alex Sandro, col quale in precedenza Banti aveva usato clemenza.

INTER-CAGLIARI

Al 27’ della ripresa, l’episodio che potrebbe cambiare la gara e alzare un nuovo mare di polemiche. Dessena segna in mischia il gol del momentaneo 1-1, gli assistenti non segnalano nulla, Massa è sul punto di convalidare. Ma il mani del centrocampista del Cagliari è davvero evidente: braccio larghissimo, tocco volontario. Per fortuna il Var Chiffi fa il suo dovere (rivedere le immagini di un’azione che ha portato al gol è automatico) e segnala l’irregolarità a Massa, che comunque vuole andare a vedere il monitor. A quel punto, anche l’ammonizione è doverosa: Dessena reagisce malissimo, il direttore di gara capisce la frustrazione e non lo caccia via.

 Alessandro Catapano 

© riproduzione riservata