Martinez parla da interista “Piacere, mi manda Milito “

“Piacere, mi manda Milito…”. E già questo potrebbe bastare per riaccendere sogni e speranze del popolo nerazzurro. Lautaro Martinez è da ieri ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter e attraverso il profilo Instagram del club ha raccontato tutta la sua gioia per questa nuova avventura. D’altronde tra l’Inter e gli argentini c’è sempre stato un feeling speciale: Lautaro arriva dal Racing, su indicazione del Principe Milito, l’eroe del Triplete 2010. “Ho avuto la fortuna di dividere con lui lo spogliatoio al Racing e tante volte mi ha raccontato che cosa significa l’Inter…”. E forse anche che cosa significa vincere all’Inter. Il Toro argentino ha già incrociato in sede la foto di Javier Zanetti che alza la Champions. Un altro argentino che ha fatto la storia in campo e che ora sogna di tornare a riscriverla anche da vice presidente: “Sì, ho già parlato anche con Javier. Lui e Diego hanno lasciato un’impronta importante in questo club e io voglio seguire la loro strada”.

‘); }

VOGLIA DI COMINCIARE I modelli sono quelli giusti, insomma. E poi, in campo, Lautaro avrà modo di studiare da vicino anche capitan Icardi, e crescergli accanto. Intanto scalpita, ha fretta di cominciare a lavorare sul campo, di capire come Spalletti intenderà utilizzarlo: “Non vedo l’ora di conoscere compagni e allenatore. Mi auguro di adattarmi in fretta. Per me sarà un calcio nuovo, completamente diverso da quello argentino, ma penso che la Serie A sarà cruciale per crescere ancora, imparare e aggiungere nuove qualità al mio gioco. Voglio dare il meglio con questa nuova maglia, cercherò di aiutare i miei compagni e giocherò dove il tecnico riterrà necessario che lo faccia. Ovviamente sono pronto a dare il meglio per questa maglia”.


PRIME IMPRESSIONIL’accoglienza dei tifosi lo ha sorpreso e lusingato. Ma di sicuro non spaventato. Lautaro compirà 20 anni il prossimo 22 agosto, ma ha una personalità fuori dal comune. Ha già indossato la maglia della Seleccion, subentrando a Gonzalo Higuain nell’amichevole contro la Spagna dello scorso 27 marzo. È stato capocannoniere del Sub 20 e protagonista al Mondiale U20 del 2017, con due reti in due partite. “Ho ricevuto tanti messaggi sui social dai tifosi sin da quando si è cominciato a parlare del mio possibile trasferimento — racconta l’attaccante —. Ed è stato bello vederli in tanti all’aeroporto e davanti all’albergo. Questa cosa non può che rendermi felice, perché aiuta a entrare in confidenza con l’ambiente molto velocemente. Voglio ripagare questo affetto il prima possibile. Speriamo che in questa stagione si riesca ad arrivare il più in alto possibile, dove questo club merita. Io voglio dare il massimo”.

PRESENTAZIONE POLITANO Da Lautaro Martinez e Matteo Politano, il concetto chiave è dare il massimo. Perché per essere protagonisti in questa nuova Inter servirà lavorare sempre oltre i propri limiti, così come piace a Spalletti. Sudore e applicazione, per riportare l’Inter in alto in Italia e in Europa. Oggi intanto è il giorno di Politano, che verrà presentato ufficialmente nel pomeriggio, nel centro di Milano. Lui e Lautaro sono accomunati dalle stesse aspettative. Giovani, di qualità e col fiuto del gol, pronti a conquistare San Siro e magari riaggiornare i libri di storia nerazzurra. La parola ora passa al campo.

 Vincenzo D’Angelo 

© riproduzione riservata