Milan, l’attacco non ringhia È solo decimo per gol fatti

Patrick Cutrone, 7 gol in A, e André Silva, 2 gol in A. LaPresse

Patrick Cutrone, 7 gol in A, e André Silva, 2 gol in A. LaPresse

‘); }

Milan, è un attacco senza ringhio sotto porta. E Ringhio Gattuso lo ha sottolineato anche al termine dell’1-1 con il Sassuolo, gara che avrebbe potuto avvicinare i rossoneri alla Champions e che invece ha portato un solo punto in classifica. Sulla Gazzetta in edicola oggi, l’articolo di Alessandra Gozzini analizza la crisi degli attaccanti di Gattuso. Si scopre che il Milan sesto in classifica è decimo per numero di gol segnati, dietro alle squadre che insegue e dietro anche a chi lo insegue, come Fiorentina, Samp, Atalanta e Torino, lo stesso in corsa per l’Europa League. E se si guarda la classifica marcatori, va anche peggio: nei primi venti ci sono i cannonieri delle squadre che lottano per lo scudetto, per la Champions, l’Europa League e la salvezza (Inglese del Chievo, Pavoletti del Cagliari e Antenucci della Spal) ma nessuno dei tre centravanti milanisti. Cutrone, il più piccolo dei tre, è ventiduesimo con 7 gol a precedere i compagni di reparto: Kalinic con 5 e André Silva con 2.

LEGGI L’ARTICOLO SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI


 Gasport 

© riproduzione riservata